21 dicembre 2013

L'importanza delle sigarette nella Fotografia di Strada (e non solo)


Premetto che non sono un fumatore (anche se quando sono in compagnia mi piace fumare la pipa) e che odio profondamente le sigarette e chi le fuma vicino a me, ma devo riconoscere che sono un ottimo strumento per socializzare.

La foto che vedete in alto l'ho scattata durante le mie "Vacanze Romane" (e che potete vedere ad alta risoluzione a questo link: German tramp in Rome), ho passato 10 giorni a vagabondare per la città, cercando di visitare più posti possibile e di realizzare qualche buono scatto non solo "turistico".

Roma per la Street Photography è una città magica, è piena di vita e di persone interessanti provenienti da ogni parte del mondo, inoltre la gente è abituata alla presenza dei fotografi/turisti anche nei posti più inusuali.

Per tutta una serie di motivi che non sto qui a spiegarvi avevo con me dei sigaretti, si sono rivelati utilissimi per socializzare con le persone che ero interessato a fotografare.

Nel caso specifico della foto che vedete a inizio articolo, per realizzarla mi bastò sedermi vicino al soggetto e iniziare a fumare, con la coda dell'occhio notai di aver attirato la sua attenzione e con molta naturalezza gli offrì una sigaretta, a quel punto iniziai a parlare con lui e solo dopo aver preso una certa confidenza uscì la macchina fotografica dalla mia borsa chiedendogli se potevo fargli qualche scatto per la mia galleria fotografica.

Questo delle sigarette è un piccolo trucco che ovviamente funziona non solo con i vagabondi ma con qualsiasi fumatore. Grazie ad esse è possibile avvicinarsi al soggetto che ci interessa guadagnandoci subito parte della sua fiducia, poiché abbiamo fatto un'azione gentile nei suoi confronti.

Spero che questa idea simpatica vi sia utile, buona luce a tutti.