27 febbraio 2013

Nikon D7100 recensione e specifiche tecniche



Nikon D7100 specifiche tecniche principali:

  • Sensore CMOS da 24.1 Megapixel in formato DX senza filtro Low Pass
  • Processore EXPEED 3
  • ISO 100-6400 standard, estendibile fino a 25600
  • Massimo 6 fps in modalità scatto continuo in formato DX, 7fps in modalità crop 1.3X
  • Messa a fuoco AF da 51 punti, 15 di tipo a croce
  • 2016 pixel RGB metering sensor
  • Registrazione video a 1080 60i/30p
  • Pentaprisma col 100% di copertura e un rapporto di ingrandimento di 0.94X
  • LCD da 3.2", 1.2 milioni di pixel (640 x 480 X RGBW)
  • Front and rear IR receivers
  • Resistente a polvere e acqua al pari della D800 e D300S
Recensione approfondita della Nikon D7100



Foto della Nikon D7100



25 febbraio 2013

Come fotografare oggetti di vetro


Ho deciso di raccogliere tutti i video corsi base migliori del web in questo articolo: Corso di fotografia digitale per principianti

Fotografare oggetti di vetro può essere un problema a causa dei riflessi che si creano sulla superfice del vetro stesso. Con alcuni accorgimenti è possibile ridurre il problema ed enfatizzare il soggetto al meglio. Realizzato da Luciano Boschetti, fotografo.


21 febbraio 2013

Lee Friedlander - Maestri della Fotografia

Lee Friedlander (Aberdeen, Washington 14 luglio 1934) è un fotografo statunitense. Ha studiato fotografia presso l’Art Center of Design di Pasadena, California. Nel 1956 si trasferisce a New York e fotografa molti musicisti jazz. Riceve la borsa di studio della Guggheneim museum Fundation nel 1960, 1962 e 1977. Uno dei suoi primi lavori freelance fu un servizio di Madonna per Playboy. La celebre popstar allora era ancora una studentessa e fu pagata 25$ per il servizio.

Gli scatti, tutti in bianco e nero la ritraevano nuda e quello di copertina è stato battuto all’asta per 37.000$.


Friedlander lavorava con una Leica 35mm, mentre oggi preferisce la Hasselblad Superwide, infatti nel 2005 è stato insignito del premio Hasselblad. Il fotografo, come l’amico e collega Garry Winogrand, ha risentito l’influenza di social reporters come Walker Evans e Robert Frank. Insieme a lui ha promosso la Street Photography, che ha formato tanti fotografi delle successive generazioni. Friedlander racconta il paesaggio americano rifacendosi all’Umanesimo del secondo dopoguerra, con l’uso frequente di ritratti e autoritratti, spaccati di gente a lavoro e foto incorniciate con cartelli e insegne stradali. 






Opera nelle grandi metropoli, documentando l’ordinario quotidiano ed esplicitando l’ambiguità dello spazio, facendo cogliere anche i particolari più anonimi di un paesaggio. Percepisce il presente come un travaglio, un’entità intrinsecamente incompleta o addirittura non intelligibile. Il presente, per Friedlander è difficile da comprendere e lo si può percepire soltanto se rifratto attraverso specchi e finestre. Sulla base di questa convinzione, per quindici anni noleggiò automobili con le quali attraversò gli Stati Uniti e li raccontò attraverso gli specchietti retrovisori, con l’ausilio di una Hasselblad.


L’uso di automobili era riconducibile al fatto che sono mezzi dinamici, ma illusori dai quali osservare la realtà.

Alessandra Santina Severino

DOVE ACQUISTARE FOTOCAMERE, OBIETTIVI, ACCESSORI E LIBRI

A mio parere Il sito più sicuro e con le offerte più vantaggiose anche per gli acquisti online di materiale fotografico è Amazon.it, famoso per la sua assoluta affidabilità, state sicuri che se comprate il prodotto arriverà in poco tempo e in condizioni perfette a casa vostra!


19 febbraio 2013

Photoshop CS6 nuovi filtri sfocatura e come simulare la profondità di campo - Tutorial


La raccolta completa dei migliori tutorial per photoshop la trovete qui: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Un video tutorial realizzato da Jessica Morelli Photographer per Photoshop CS6 che mostra in azione tre nuovi filtri per creare sfocature veramente interessanti e simulare la profondità di campo. In inglese si chiamano: Field Blur (Sfocatura di campo), Iris blur (sfocatura ad iride ) e Tilt Shift. Tre importanti strumenti con grandi potenzialità creative.


18 febbraio 2013

La fotografia di Garry Winogrand


Garry Winogrand (New York 14 Gennaio 1928, Tijuana 19 Marzo 1984) è stato un fotografo statunitense. Cresciuto nel Bronx e nato in una famiglia ebrea, il padre era un conciatore di pelli e la madre cuciva cravatte. Cominciò a fotografare alla fine degli anni quaranta, dopo aver abbandonato l’esercito.

Studiò fotografia e pittura alla Columbia University di New York e in seguito frequentò un corso di fotogiornalismo alla New School for Social Research tenuto da Alexey Brodovitch.

Brodovitch poneva l’accento sull’intuito per perseguire una versione più libera del “Moment Decisif” di Cartier-Bresson. Winogrand è stato principalmente influenzato dai reportage sociali di Walker Evans e Robert Frank.

Lavorò principalmente a New York e a Los Angeles, spesso insieme all’amico Lee Friedlander, col quale promosse la street photography come variazione della straight photography. Aveva una vasta produzione personale, associata al lavoro freelance di fotogiornalista.

Nei primi anni sessanta documentava New York con Meyerowitz, Friedlander, Papageorge e Arbus. Nel 1952 sposò Adrienne Lebow dalla quale ebbe Laurie ed Ethan e divorziò nel 1963. Nel 1967 sposò Judy Teller dalla quale divorziò due anni dopo. Sua terza e ultima moglie fu Adele Hale,che sposò nel 1972 e dalla quale ebbe la sua terza figlia, Melissa.

Winogrand scattava con una Leica M4 35mm a telemetro, con lenti grandangolari e messa a fuoco manuale. Il soggetto principale delle fotografie di Winogrand fu la capacità dello stile di vita americano di esistere in situazioni insolite o talmente difficili da poterne sopravvivere soltanto ignorandole.




La fotografia di Winogrand era una sofisticata osservazione casuale della vita quotidiana fatta di esposizioni inclinate e giochi di parole visivi. Lui stesso diceva: “Fotografo per vedere ciò che il mondo appare nelle mie fotografie”.


Tuttavia, il suo stile ha influenzato molti fotografi degli anni settanta. Ha vinto tre Guggenheim Fellowship Award ed un National Endovment of Arts Award. Pubblicò tre libri: Animals (1969), Women are Beautiful (1975) e Public Relations (1977), ma la sua produzione fu vastissima: alla sua morte lasciò 300.000 immagini, molte delle quali non sviluppate.

Garry Winogrand ha tenuto lezioni di fotografia presso la Cooper University di New York e L’Art Institute di Chicago.

Tra le mostre più importanti ricordiamo “The Family of Man” al MoMA (1963), La “Toward a Social Landscape” alla EastMan House di Rochester in collaborazione con Duane Michals e Lee FriedLander (1966) e la celeberrima “New Documents” al MoMA con Diane Arbus e Lee Friedlander (1967).

Il fotografo morì nel 1984 a Tijuana, Messico con un tumore alla cistifellea.

"Una fotografia è l'illusione di una descrizione letterale di come la macchina ha visto una porzione di tempo e di spazio. Una fotografia può solo mostrare come la macchina ha visto ciò che è stato fotografato. Oppure come la macchina ha visto la porzione di spazio e di tempo responsabili dell'aspetto della fotografia. Oppure, diciamo, una fotografia non deve essere in nessun modo precisa (tranne il fatto che è l’illusione di una descrizione letterale). Oppure, non ci sono regole di composizione o struttura esterne, astratte o predefinite che possono essere applicate alla fotografia. Mi piace pensare che quando si fotografa si debbano rispettare due cose. Rispettare il mezzo, lasciandogli fare ciò che meglio sa fare, descrivere. Rispettare il soggetto, descrivendolo come è. Una fotografia deve essere responsabile di entrambe le cose. Io fotografo per vedere come sono le cose dopo che sono state fotografate." Garry Winogrand, Understending Still Photographs, 1974.

Alessandra Santina Severino

15 febbraio 2013

Spiegazione sui profili colore


Nel video precedente Roberto Tomesani ci ha spiegato il concetto di risoluzione delle immagini e DPI, in questo video invece affronta la questione dei profili colore.

Ho già trattato di questo argomento in modo approfondito in questi articoli:

Ma consiglio ugualmente la visione del seguente video per capire affondo questa tematica così importante e allo stesso tempo sconosciuta a molti in Fotografi, soprattutto amatoriali.


12 febbraio 2013

Diane Arbus - Maestri della Fotografia


"Credo davvero che ci siano cose che nessuno riesce a vedere prima che vengano fotografate". cit. Diane Arbus.

Diane Arbus, nome da nubile Diane Nemerov (New York 14 Marzo 1923, Greenwich Village 26 luglio 1971) è stata una fotografa statunitense ebrea di origini russe. A dodici anni manifesta già il suo controverso estro artistico dipingendo soggetti insoliti e provocatori.

A quattordici anni conosce Allan Arbus, commesso nel negozio di pellicce del padre e grazie a lui si avvicinerà alla fotografia, a diciotto anni si uniranno in matrimonio. Diane manterrà il cognome del marito anche da separata. Comincia lavorando per riviste di moda quali Vogue, Harper’s Bazaar, Show, Glamour ed Esquire. Nel 1957 si separa artisticamente dal marito Allan per cercare nuovi soggetti attraverso luoghi fisici e mentali, spinta dallo studio cominciato con Lisette Model nel 1955. Fu lei stessa a dichiarare: “Finchè non studiavo con Lisette non facevo foto, sognavo di farle”.

Oltre alla Model, anche Avedon, Israel ed Evans la sproneranno nella sua ricerca. Diane comincia a visitare i sobborghi, a conoscere la povertà materiale e morale: si destreggia tra nani e giganti, travestiti, nudisti e omosessuali, o in gente normale colta in atteggiamenti incongrui, tra il partecipe e il distaccato. I suoi soggetti sono cupi, ma allo stesso tempo tranquilli, generano turbamento, ma allo stesso tempo è come se prendessero le distanze dall’osservatore. 


Diane Arbus - A Jewish giant at home with his parents in the Bronx, N.Y. (1970)

Diane Arbus - Identical Twins, Roselle, New Jersey (1967)

Avevano 7 anni nel 1967, quando la Arbus trovò le ragazze ad una festa di Natale per i gemelli locali a Roselle, in New Jersey. 

Il nome delle gemelle è Colleen e Cathleen Wade, nell’immagine in basso si fanno ritrarre col famoso scatto tra le mani.


Le gemelle dichiararono che in realtà i vestiti erano verdi e non neri come appaiono nella fotografia.

Il Post ha intervistato anche il padre. Che dice: è la meno somigliante alle gemelle di tutte le foto che ho mai visto!, nessuna delle nostre foto di famiglia somiglia nemmeno lontanamente a questa. Non pare, insomma, molto contento che le figlie siano finite in un opus arbusiano dove abbondano nani, giganti, personaggi deformi, e chi più ne ha più ne metta.

Stanley Kubrick, ammiratore dell'opera di Diane Arbus, le diede omaggio nella realizzazione della celebre sequenza del film Shining in cui Danny, percorrendo i corridoi dell'Overlook Hotel, si imbatte nelle gemelle Grady. La posa delle gemelle e la composizione dell'inquadratura sono infatti elementi che richiamano questa foto.


La Arbus non esprime alcun giudizio filosofico attraverso i suoi scatti, bensì si limita a documentare le sfumature emozionali del mondo circostante, esplicitando la descrizione psicologica del soggetto, in quanto rappresentato generalmente nella sua realtà privata. La Arbus preferiva stringere rapporti intimi e personali con i suoi soggetti. Nel 1967, grazie alla borsa di studio MOMA quattro anni prima dal Guggheneim Museum, Diane espone i suoi lavori insieme a quelli di Garry Winogrand e Lee Friedlander.

Nei suoi ultimi anni la Arbus intensifica la sua attività, infatti nel 1970-1971 otterrà la cattedra alla Parson School di Rhode Island.

Nel 1971 scrive "Una fotografia è un segreto di un segreto. Quanto più ti dice meno sai", anche se la citazione di Arbus rivela il suo scetticismo verso il comune presupposto che la fotografia dice la verità, il suo lavoro è stato comunque legato alla tradizione fotografica documentaria.

Diane Arbus muore suicida il 26 Luglio 1971 ingerendo una quantità ingente di barbiturici e tagliandosi le vene nella vasca da bagno. Verrà trovata quarantotto ore dopo in avanzato stato di decomposizione.

Iniziò a lavorare con una Nikon 35 mm, successivamente con una Pentax 8x10 e infine con una biottica Mamiya con flash Rolleiflex. Ha sempre prediletto le medio formato. È stata la prima fotografa ad essere invitata alla Biennale di Venezia. I suoi lavori sono ancora oggi oggetto di discussione, erano definiti “freaks”, ovvero, mostri. Ogni giorno dovevano essere ripuliti dagli sputi dei visitatori. C’è chi disse che dare una macchina fotografica alla Arbus era come dare una granata ad un bambino. Dal celebre scatto (Bambino con granata giocattolo).

Diane Arbus - Child with a toy hand grenade in Central Park, N.Y.C. (1962)

Articolo scritto da Alessandra Santina Severino.

11 febbraio 2013

Tych Panel 2 plug-in per creare dittici, trittici e polittici - Tutorial per Photoshop


La raccolta completa dei migliori tutorial per photoshop la trovete qui: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Prima puntata del video tutorial della serie dedicata ai migliori Plug-In per Photoshop. In questo video vedremo in azione Tych Panel 2, un plug-in per creare dittici, trittici e polittici. Potete scaricarlo gratuitamente al seguente link: http://lumens.se/tychpanel



6 febbraio 2013

Consigli utili per la fotografia di Ritratto


Consigli utili per chi si accosta da poco alla fotografia di ritratto, potete approfondire l'argomento leggendo i seguenti articoli:

Corso di fotografia - Ritratto e composizione - Cosa fare e non fare



Corso di fotografia - Il ritratto dorato



Corso di fotografia - Sfondo, salti e sequenza


5 febbraio 2013

Nikon COOLPIX AW110


Per altre recensioni e confronti andate qui: Recensioni e confronti di fotocamere, obiettivi e attrezzature fotografiche 

Nikon COOLPIX AW110 è una compatta super resistente fatta per l'azione, la si può montare senza timore su una tavola da surf, agganciare ad uno zaino o fissarla a una bombola di ossigeno, scatterà comunque immagini nitide e registrerà filmati Full HD (1080p).

Il sensore CMOS retroilluminato da 16 megapixel, l’obiettivo zoom grandangolare NIKKOR 5x e il monitor OLED a 614.000 punti da 7,5 cm sono montati in un solido corpo macchina compatto resistente alla polvere, all’acqua fino a 18 m, agli urti da altezze fino a 2 m e alle basse temperature fino a -10 °C.


Grazie al Wi-Fi incorporato può trasferire immagini e filmati direttamente ai dispositivi smart per consentire un caricamento immediato. Il GPS integrato aggiunge alle immagini un geotag che consente di memorizzare e comunicare agli altri il luogo esatto in cui le foto sono state scattate, mentre la bussola elettronica e la mappa del mondo ti permettono di orientarti e programmare il tuo percorso. La fotocamera è inoltre dotata di un altimetro, che registra l’altitudine esatta dello scatto (da -300 m a 4.500 m), e di un idro-barometro, che misura la profondità sott’acqua (da 0 m a -20 m).


La funzione controllo dinamico regola le impostazioni della fotocamera attraverso una semplice oscillazione laterale della macchina, per permetterne l’utilizzo anche sott’acqua o quando indossi guanti pesanti.

Il sensore può scattare fino a ISO 3200 mentre la scelta dello scatto migliore (BSS) seleziona automaticamente l’immagine più nitida tra un massimo di 10 scatti in sequenza.

La fotocamera COOLPIX AW110 è disponibile in quattro colori: mimetico, blu, nero e arancione.

4 febbraio 2013

Spiegazione sulla risoluzione delle immagini e i DPI per la stampa


La risoluzione è un concetto sul quale il marketing ingannevole tende troppo spesso a speculare, ho già trattato dell'argomento a questo articolo: La macchina fotografica: il sensore

Roberto Tomesani per Associazione Nazionale Fotografi Professionisti - TAU Visual ha pubblicato due video in cui spiega in modo semplicissimo sia il concetto di risoluzione che quello di DPI.

Spiegazione sulla risoluzione immagini



Spiegazione sui DPI - risoluzione foto


1 febbraio 2013

Il portfolio perfetto - Guida alla sopravvivenza per Fotografi


Internet è una vera e propria giungla in cui è difficile districarsi, esistono molti social network ognuno coi relativi vantaggi e svantaggi, ma seguirli tutti richiede tempo e soprattutto una certa pazienza.

Si devono avere chiari i propri obiettivi, per esempio questo articolo non è rivolto ai fotografi matrimonialisti ma a tutti coloro che vogliono far conoscere le loro opere a un pubblico internazionale, per chi vuole semplicemente farsi conoscere a livello locale consiglio la lettura di questo post: Come creare un portfolio online professionale

Oggi vi spiegherò come utilizzare Facebook, Tumblr, Blogger, Twitter ed Instagram per poter arrivare potenzialmente a un pubblico internazionale!

  1. Apritevi una fanpage di facebook e chiamatela col vostro nome suguito dalla parola "Photography", come ho fatto io, cliccate qui per vederla.
  2. Registratevi su Tumblr.com e create il vostro blog, consiglio la lettura di questo post: Tumblr il Social Network dell'arte e della condivisione
  3. Create il vostro blog andando su blogger.com, seguite la guida che ho postato precedentemente su come creare un portfolio professionale.
  4. Create un account twitter e seguite questa guida: Come avere tanti follower su twitter
  5. Instagram usatelo se non disdegnate di scattare con lo smartphone o con una moderna compatta dotata di sistema android, questo è il link della mia galleria su Instagram: http://instagram.com/marcocrupi88.

Come per blogger in tumblr esistono temi preimpostati, sia a pagamento che gratuiti ed è possibile impostare un dominio personalizzato, se volete un esempio questo è l'indrizzo del mio blog: http://theroadphoto.tumblr.com/ a differenza di blogger però non si è isolati, si è all'interno di un sistema dove è facile che le vostre foto vengano ricondivise se veramente degne di nota.

Recentemente una mia fotografia è stata ricondivisa più di 500 volte, non è una condivisione come quella di facebook, in pratica i nostri post vengono caricati sui blog altrui tramite il pulsante Reblogga ma sempre a nome nostro con link all'articolo originale.

Al momento della registrazione vi ritroverete a seguire in automatico 25 blog, tra questi c'è Lensblr a cui potete proporre i vostri post tramite il pulsante "Submit", se li riterrà degli li rebloggherà e potete stare sicuri che avrete numerose ricondivisioni e acquisirete i primi follower.

Adesso vi spiego come ho agito io, il dominio personalizzato di blogger www.marcocrupi.net lo utilizzo per un pubblico esclusivamente italiano, in futuro, quando avrò una conoscenza più approfondita della lingua inglese valuterò l'ipotesi di pubblicare post in entrambe le lingue.

Da esso si può accedere facilmente alle mie gallerie su Facebook, Tumblr e Instagram e soprattutto mi permette di pubblicare reportage accompagnati da un testo.

Tumblr è un social particolare, contano molto le immagini e non il testo che le accompagna, usatelo come una sorta di vetrina per le vostre foto migliori, considerate questo social network come la vostra chiave di accesso a un pubblico internazionale, soprattutto se come me non avete una buona conoscenza dell'inglese scritto.

A Tumblr collegate la fanpage che avete creato, in questo modo attirerete in un unico punto sia stranieri che italiani.

Su ogni post di tumblr io inserisco i link diretti alle mie gallerie su Instagram e su Facebook nell'eventualità abbiamo un boom di condivisioni.

Nell'account twitter da voi creato inserite i feed di tumblr e blogger, infine collegatelo all'account facebook.

Se avete seguito tutte le guide linkate in questo post ora dovreste essere collegati col mondo, non mi resta che augurarvi buona luce.

DOVE ACQUISTARE FOTOCAMERE, OBIETTIVI, ACCESSORI E LIBRI

A mio parere Il sito più sicuro e con le offerte più vantaggiose anche per gli acquisti online di materiale fotografico è Amazon.it, famoso per la sua assoluta affidabilità, state sicuri che se comprate il prodotto arriverà in poco tempo e in condizioni perfette a casa vostra!