30 maggio 2013

Corso di Photoshop CS6 - Strumento di selezione Lazo - Lezione 14


Questo articolo fa parte della rubrica: Corso completo di Photoshop CS6

Il corso di photoshop è effettuato dall'utente youtube Massimo Raziano.

La raccolta completa dei migliori tutorial per photoshop la trovete qui: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Nella precedente lezione del Corso di Photoshop CS6 abbiamo visto come usare gli strumenti di selezione rapida e bacchetta magica., potete vederla cliccando QUI.

In questa lezione impareremo a usare gli strumenti Lazo, Lazo Poligonale e Lazo Magnetico.


FotoQuantum Kit Daylight 600/600 + Softbox 50x70 cm - Recensione


Dopo aver lavorato con i flash da studio, ho finalmente avuto il piacere di utilizzare delle luci continue, il prodotto in esame è il FotoQuantum Kit Daylight 600/600 + Softbox 50x70 cm, molto facile da utilizzare e montare ed adatto sia per il video che per la fotografia. Include 8 lampadine di basso consumo di 30W che equivale a 2x600W lampadine tradizionali, generano una luce di tipo fluorescente, non generano calore nello studio, la temperatura del colore: ca. 5400K.


I Softbox misurano 50x70cm in tessuto e sono un must per la fotografia di prodotto e ritratto, fanno il loro dovere producendo una buona illuminazione omogenea, il treppiede che sorregge il tutto è leggero e robusto, può raggiungere l'altezza massima di 195cm.

Dati tecnici lampadina: lunghezza 15.5cm, durata approssimativa 8000h, temperatura del colore 5400K.

Mi sono trovato molto bene, soprattutto perché ingombrano poco, sono facili da montare, sono leggere e quindi facilmente trasportabili grazie all'apposito borsone, e come già detto prima non generano calore!

Per chi è agli inizi e vuole allestire uno studio fotografico low cost sono la scelta ideale.

Passiamo al sodo, mi sono voluto cimentare nella fotografia oggettistica finalizzata al microstock, in basso gli scatti, il primo elaborato col photoshop il secondo no.

Foto Pipa con post produzione

Foto Kodak Retina IIIC senza post produzione

Consiglio l'acquisto di questo prodotto da ProStudio360.it, negozio online specializzato nella vendita di sistemi per lo Studio Fotografico e Video professionali.

28 maggio 2013

Corso di Photoshop CS6 - Selezione Rapida e Bacchetta Magica - Lezione 13


Questo articolo fa parte della rubrica: Corso completo di Photoshop CS6

Il corso di photoshop è effettuato dall'utente youtube Massimo Raziano.

La raccolta completa dei migliori tutorial per photoshop la trovete qui: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Nella precedente lezione del Corso di Photoshop CS6 abbiamo visto come usare gli strumenti per realizzare selezioni con forme rettangolari, ellittiche, singola riga e singola colonna, potete vederla cliccando QUI.

In questa lezione impareremo a usare gli strumenti di selezione rapida e bacchetta magica.
Immagini usate nel video disponibili ai seguenti link:


27 maggio 2013

La Fotografia è...

Fotografare è divertimento. 
Se ti annoi, sei teso o arrabbiato, lo stai facendo male.
                                                                                                               Marco Crupi


Questa mia piccola riflessione ho voluto imprimerla nero su bianco inserendola in un immagine postata sulla mia pagina facebook: Marco Crupi Photography

Rappresenta la mia risposta alla domanda "Cosa è la Fotografia per te?", "Divertimento", sembra una risposta banale ma è il motivo principale per cui scrivo sul blog e vado a fotografare.

La fotografia per me è tanto altro ma se non traessi soddisfazione mentre scatto smetterei immediatamente, mi dedicherei ad altro. Il mio genere fotografico preferito è la street photography, mi piace vagabondare per la città e finire in luoghi inusuali in cerca dell'attimo giusto, questa mia passione mi ha portato a girare la Polonia e subito dopo a Manchester per conto della Epson.

Non vi posso descrivere la felicità che provo a lanciarmi in un progetto fotografico, qualunque esso sia, come il creare un diario fotografico su Instagram usando come unico mezzo il cellulare.

COSA È PER VOI LA FOTOGRAFIA? Potete rispondermi su facebook Cliccando QUI (se non avete facebook con un commento a questo post).

25 maggio 2013

Corso di Photoshop CS6 - Marquee Tool, realizzare selezioni con forme - Lezione 12


Questo articolo fa parte della rubrica: Corso completo di Photoshop CS6

Il corso di photoshop è effettuato dall'utente youtube Massimo Raziano.

La raccolta completa dei migliori tutorial per photoshop la trovete qui: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Nella precedente lezione del Corso di Photoshop CS6 abbiamo visto un'introduzione alle aree di selezione, potete vederla cliccando QUI.

In questa lezione impareremo a usare gli strumenti per realizzare selezioni con forme rettangolari, ellittiche, singola riga e singola colonna. Documento disponibile al link seguente: https://www.dropbox.com/s/pfzn4oyqws6puia/921.jpg


22 maggio 2013

Canon EOS 60D - Recensioni degli utenti


Le recensioni degli utenti sulle fotocamere Canon le trovate a questo link: Fotocamere Canon - Recensioni degli utenti! chiunque può contribuire inserendo un proprio commento/parere su una fotocamera che possiede.

Per la sezione del blog dedicata alle recensioni e ai confronti dell' attrezzatura fotografica andate qui: Recensioni e confronti di fotocamere, obiettivi e attrezzature fotografiche

Prima di tutto, iniziamo vedendo le specifiche tencniche principali della Canon EOS 60D:

  • Sensore CMOS APS-C da 18 megapixel
  • Funzioni creative avanzate
  • LCD orientabile da 7,7 cm (3"), rapporto 3:2, risoluzione da 1.040.000 punti
  • Filmati Full HD a risoluzione massima di 1920 x 1080 (29,97; 25; 23,976 fps)
  • Processore di immagini DIGIC 4
  • ISO 100-6400, H:12800
  • Velocità di scatto fino a 5,3 fps fino a 58 JPEG
  • Sistema AF a 9 punti, tipo a croce
  • Esposimetro iFCL con sensore a doppio strato a 63 zone

I pareri più interessantidegli utenti

Per questioni di privacy non posso citare i nomi degli autori dei commenti, ma potete leggerli nella discussione originale Cliccando QUI.

Magnifica, la uso come "muletto" ma ha una versatilità eccezionale, vince sulla 7D perchè ha il monitor inclinabile, perfetta per i video, la mia APS-C preferita, otturatore velocissimo in raffica, unico neo rispetto alla 7D che ha solo 9 punti di AF, per il resto un ottimo acquisto...

Oltre i 1600 ISO inizia a "vibrare"... ma fino a 3200 non ho riscontrato particolari "pecche", inoltre usando un filtro noise reduction in post produzione si risolve facilmente... a 6400 la grana è molto consistente.

Mi trovo benissimo, la uso anche con il firmware Magic Lantern per evitare le distorsioni audio nei video, per il Timelapse e altre funzioni speciali. Lo schermo snodato è utilissimo, dovrebbero metterlo anche sulle professionali. Si alza leggermente la gomma a fianco del led della SD.

A parte i punti di AF è letteralmente fantastica....
hai nuove prospettive grazie al monitor inclinabile, veloce e pratica in ogni momento e riesce a farti esprimere la tua creatività in maniera "naturale"
La consiglio.... a meno di non avere necessità del FullFrame

Pro: è molto versatile grazie al monitor orientabile (comodo per chi vuole fare qualche scatto in strada), ha un buon sensore e presenta diversi aspetti creativi.
Contro: i 9 punti di messa a fuoco mi hanno dato diversi problemi, troppo rumorosa, materiali di costruzione non eccellenti.
Resta un'ottima macchina, soprattutto per chi si muove molto.

Da apprezzare anche per le dimensioni ridotte e la leggerezza.



ATTENZIONE RITENGO MOLTO IMPORTANTE QUESTO COMMENTO E LA RISPOSTA CHE HA GENERATO:
Perdonate la mia domanda e riflessione, non sono in possesso della 60d ma utilizzo da diverso tempo la 50d, analizzando i dati delle due macchine ho notato fin da subito che a parte qualche aggiornamento di tipo pratico la 60d non sembra essere superiore alla 50d, a parte il monitor orientabile, la risoluzione 18mpx contro i 15mpx, e registrazione video, i file generati hanno pressochè la stessa qualità ad alti iso, considero invece punti importanti la scocca in lega di magnesio e la velocità di scatto superiore della 50d più vicina ad una macchina di fascia alta, voi cosa ne pensate? grazie.
RISPOSTA:
Io le ho avute entrambe! Ti dirò ho avuto quasi tutte le Canon ad esclusione della 7d. Tralasciando il mio parere personale sul marchio che ho abbandonato, onestamente l'aver lasciato la 50d per la 60d è stato un colpo al cuore! La 60d a parte il display non offre molto. già a 1600 iso il rumore è insopportabile e si avvicina come qualità di costruzione ad una entry level. Non dar via la tua 50d mi raccomando!!!!

Se possedete questa fotocamera e volete dire la vostra andate a questo link: Canon EOS 60D - DICCI LA TUA!

21 maggio 2013

Corso di Photoshop CS6 - Introduzione alle aree di Selezione - Lezione 11


Questo articolo fa parte della rubrica: Corso completo di Photoshop CS6

Il corso di photoshop è effettuato dall'utente youtube Massimo Raziano.

La raccolta completa dei migliori tutorial per photoshop la trovete qui: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Nella precedente lezione del Corso di Photoshop CS6 abbiamo visto i metodi da applicare per ricampionare i documenti, potete vederla cliccando QUI.

In questa lezione vedremo una introduzione sulle aree di selezione, l'immagine usata nel filmato è disponibile al link seguente: https://www.dropbox.com/s/9hzqveff6i5dpx5/0608.jpg



20 maggio 2013

Olympus smette di produrre compatte di fascia bassa


Come era prevedibile le fotocamere compatte di fascia bassa stanno venendo gradualmente sostituite dagli smartphone. La prima azienda a fare il grande passo è Olympus, che ha recentemente deciso di sopprimere la serie V.

Le vendite in questo settore sono crollate a tal punto da rendere necessari tagli ai posti di lavoro all'interno della società.

I problemi non sembrano influenzare solo Olympus. Anche Canon sta iniziando a registrare un calo significativo di vendite nel medesimo settore. Ormai le fotocamere degli smartphone hanno poco da invidiare alle compatte di fascia bassa, anzi, per quanto riguarda l'aspetto della condivisione in tempo reale sono un passo avanti, e questo è uno degli aspetti che più interessa il consumatore.

Non è un caso che le fotocamere di nuova generazione si inizino a dotare di sistemi operativi simili a quelli che usiamo sui nostri tablet e smartphone.

19 maggio 2013

Corso di Photoshop CS6 - Metodi per ricampionare i documenti - Lezione 10


Questo articolo fa parte della rubrica: Corso completo di Photoshop CS6

Il corso di photoshop è effettuato dall'utente youtube Massimo Raziano.

La raccolta completa dei migliori tutorial per photoshop la trovete qui: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Nella precedente lezione del Corso di Photoshop CS6 abbiamo visto la differenza tra il concetto di risoluzione e quello di dimensione, potete vederla cliccando QUI.

In questa lezione vedremo i metodi da applicare per ricampionare i documenti su Photoshop CS6.


18 maggio 2013

Rilasciato per la prima volta il codice sorgente di una fotocamera


A quanto ne so non è mai successo che un'azienda così grossa rilasciasse il codice sorgente di una sua fotocamera, stiamo parlando di Samsung, che ha rilasciato il Source Code della sua mirrorless top di gamma, la NX300. Per scaricarlo bisogno andare a questo link: http://opensource.samsung.com/


Andando nella sezione "Photography" e su "Digital Cameras" possiamo vedere che è stato rilasciato anche il codice sorgente della NX2000.

Questo significa per gli utenti esperti, che da oggi è possibile modificare il firmware della fotocamera come si fa per gli smartphone, aggiungendo caratteristiche e migliorando le prestazioni. Questa è una news che sicuramente interesserà più agli sviluppatori che i fotografi, ma è comunque un segno di come le nostre macchine fotografiche stiano diventando sempre più tecnologiche e connesse con la rete, chissà, forse un giorno non troppo lontano useremo photoshop direttamente dalla fotocamera!

16 maggio 2013

500px lancia i nuovi portfoli personalizzabili


Per chi fosse interessato alla creazione di un portfolio consiglio il seguente articolo: Il portfolio perfetto - Guida alla sopravvivenza per Fotografi

Dopo che più di 1000 beta tester hanno testato le nuove funzionalità, 500px ha deciso di lanciare ufficialmente i portfoli personalizzabili.

Secondo la società, la nuova riprogettazione delle gallerie fotografiche si basa su tre premesse: sono facili da usare, belle e uniche.

Le funzioni più importanti sono:
  • Possibilità di personalizzare il proprio portfolio
  • Sono disponibili nuovi template
  • È permessa la modifica del codice.
  • Rispetto a prima è possibile caricare più foto sul proprio accounto, quello free sarà in grado di caricare fino a 20 fotografie alla settimana, mentre la versione a pagamento è senza limiti!
Chi sa lavorare col codice HTML può personalizzae praticamente tutto!

La cattiva notizia è che per le caratteristiche che erano state promesse come l'integrazione di un blog, la possibilità di aggiungere pagine personalizzate ecc... si dovrà aspettare ancora un altro un paio di mesi.

Nel video in basso un rapida panoramica delle funzioni finora implementate.


15 maggio 2013

Corso di Photoshop CS6 - Differenza tra risoluzione e dimensione della immagini - Lezione 9


Questo articolo fa parte della rubrica: Corso completo di Photoshop CS6

Il corso di photoshop è effettuato dall'utente youtube Massimo Raziano.

La raccolta completa dei migliori tutorial per photoshop la trovete qui: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Nella precedente lezione del Corso di Photoshop CS6 abbiamo visto la differenza tra documenti bitmap e documenti vettoriali, potete vederla cliccando QUI.

In questa lezione chiariremo la differenza tra il concetto di risoluzione e quello di dimensione.
Anche nel mio corso di fotografia  parlo del concetto di risoluzione, cliccate qui per leggere l'articolo.




13 maggio 2013

Olympus PEN E-P5 vs Olympus OM-D E-M5 Confronto Top di Gamma!



Abbiamo visto le caratteristiche della Olympus PEN E-P5 in questi articoli:


Mentre la OM-D EM-5 a questo articolo: Olympus OM-D EM-5 recensione, test e specifiche tecniche

Nel video qui in basso Gianni Trevisani, di Polyphoto, ci guida nell'acquisto delle due Olympus top di gamma.

Olympus PEN E-P5 vs Olympus OM-D E-M5 - quale scegliere?


12 maggio 2013

Corso di Photoshop CS6 - Pixel e Vettori - Lezione 8


Questo articolo fa parte della rubrica: Corso completo di Photoshop CS6

Il corso di photoshop è effettuato dall'utente youtube Massimo Raziano.

La raccolta completa dei migliori tutorial per photoshop la trovete qui: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Nella precedente lezione del Corso di Photoshop CS6 abbiamo visto come usare i pennelli storia, potete vederla cliccando QUI.

In questa lezione impareremo la differenza tra documenti bitmap e documenti vettoriali.


10 maggio 2013

Olympus PEN E-P5 Mirrorless di fascia alta con Wi-Fi


Olympus PEN E-P5 la mirrorless in stile telemetro. La E-P5 ha un sensore Micro Quattro Terzi da 16 Megapixel, un sistema di stabilizzazione dell'immagine a cinque assi, l'otturatore è in grado di scattare fino a 1/8000 di secondo, questo modello presenta rispetto ai precedenti una miriade di modifiche e miglioramenti delle funzioni. La fotocamera sarà disponibile da maggio 2013 al prezzo di circa 1000 Euro solo corpo macchina, e di 1449 euro con 17mm F1.8 e mirino VF-4 EVF. La società ha inoltre annunciato le versioni nere dei suoi 17 millimetri, 45 millimetri e 75 millimetri F1.8 allo stesso prezzo delle loro controparti argentate.


Possiede un display LCD reclinabile da 3 pollici e 1,036,800 di punti di risoluzione. Come optional può essere montato il mirino elettronico VF-4 con il suo schermo da 2.360.000 punti.


La E-P5 è dotata di Wi-Fi integrato, ma non serve solo per semplificare il caricamento sul web delle immagini, l'innovazione sta nel poter utilizzare il proprio smartphone Apple o Android per comandare la fotocamera in remoto, incluso l’autofocus e lo scatto. È possibile sincronizzare gli schermi dello smartphone e della fotocamera in modo da vedere effettivamente l’LCD della fotocamera sul telefono ed è possibile comandare la PEN toccando il display dello smartphone come se fosse quello della macchina fotografica. Questo si rivela estremamente utile per selezionare un punto preciso per il FAST AF, per gli autoritratti e per riprendere da lontano soggetti che, come gli animali selvatici, si spaventano facilmente se ci avviciniamo troppo. È possibile far partire il conto alla rovescia per lo scatto sul telefono, permettere l’accesso ai dispositivi degli amici per selezionare le immagini che gli piacicono e - con la nuova app Olympus Image Share 2.0 - utilizzare lo smartphone per incorporare informazioni GPS nelle foto.


Altre specifiche tecniche della Olympus PEN E-P5:

  • Design rétro unico, corpo completamente in metallo con viti invisibili durante l’uso normale
  • Prima al mondo a realizzare un otturatore meccanico a 1/8000 di secondo nella categoria delle Compact System Camera
  • Wi-Fi incorporato e interattivo con gli smartphone
  • FAST AF con Super Spot AF e Touch Shutter AF
  • Sistema manuale personalizzabile 2x2 Dial Control
  • Stabilizzazione su 5-assi con IS Auto
  • Photo Story e 12 Art Filter
  • Focus Peaking con MF Assist
  • Scatto in sequenza a 9fps

Altri dettagli li potete trovare a questo articolo: Olympus E-P5, la nuovissima CSC di Olympus

8 maggio 2013

Corso di Photoshop CS6 - Come usare i Pennelli Storia - Lezione 7


Questo articolo fa parte della rubrica: Corso completo di Photoshop CS6

Il corso di photoshop è effettuato dall'utente youtube Massimo Raziano.

La raccolta completa dei migliori tutorial per photoshop la trovete qui: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Nella precedente lezione del Corso di Photoshop CS6 abbiamo visto come usare il pannello storia per adattarlo alle nostre necessità, potete vederla cliccando QUI.

In questa lezione vedremo come usufruire dei Pennelli Storia capendo il loro concetto.

Le immagini usate nel video sono disponibili ai link seguenti:


7 maggio 2013

I dieci insegnamenti di William Klein sulla Street Photography - Klein Vs Bresson


L'articolo originale 10 Lessons William Klein Has Taught Me About Street Photography è scritto da Eric Kim, io ne ho tratto spunto e l'ho rielaborato secondo la mia visione della Street Photography.

William Klein si ribellò contro gli stili e le regole fotografiche ufficialmente riconosciute ai suoi tempi, all'epoca imperavano Henri Cartier-Bresson e altri "classici" della fotografia di strada. Dal suo lavoro possiamo imparare molto sulla Street Photography, esattamente 10 regole!

1. Non aver paura di fotografare da vicino

Questo primo punto mi fa venire in mente una citazione di Robert Capa: "Se le tue fotografie non sono abbastanza belle, non sei abbastanza vicino".


Klein ha sperimentato diverse lunghezze focali durante la sua carriera, ma lui è più noto per il suo personalissimo stile, di cui avete un chiaro esempio nella foto in alto, per questo tipo di scatti utilizzava un obiettivo grandangolare. Questo è ciò che Klein ha detto circa il suo approccio nel suo libro "William Klein: Close Up":

"Io fotografo ciò che vedo di fronte a me, vado molto vicino al soggetto e uso un obiettivo grandangolare per non lasciare fuori dall'inquadratura parti di immagine."

Guardando il suo lavoro sembra di essere lì.

In un'intervista Klein spiegò perchè usava ottiche grandangolari (21 mm - 28mm) rispetto a qualcosa di più standard come faceva Henri Cartier-Bresson che usava il 50 millimetri:

"È davvero così fastidioso? In ogni caso, le distorsioni nelle foto non sono volute. Mi serve il grandangolo per inquadrare il più possibile. Scattare la foto del Primo Maggio a Mosca, con un 50mm incastrato nella sfilata come ero, sarei stato in grado di inquadrare solo la vecchia signora in mezzo. Ma quello che volevo era tutto il gruppo, i tartari, armeni, ucraini, russi, l'immagine di un impero che circonda una vecchia signora su un marciapiede!".

2. Tenere un diario fotografico


Quando Klein ha iniziato a fotografare per le strade di New York nel 1954, lo ha fatto con un atteggiamento spensierato. Ha semplicemente catturato quello che ha trovato interessante. Nel suo libro "Close Up" Klein dice:

"Prima del mio libro su New York, ero un pittore. Quando sono tornato in città nel 1954, dopo sei anni fuori, ho deciso di tenere un diario fotografico del mio ritorno. Così feci le mie prime fotografie."

Da Klein possiamo imparare l'importanza di un approccio amatoriale, non prendetevi troppo sul serio!

Essere chiamato un "dilettante" è spesso considerato un marchio negativo. Tuttavia la parola dilettante nasce dall'idea che qualcuno ha fatto qualcosa per passione, piuttosto che per i soldi, la fama o il prestigio. 

Il mio diario fotografico lo trovate su Instagram, sono foto realizzate unicamente con lo smartphone, quindi con un mezzo amatoriale ma con la pretesa di voler dimostrare che anche con poco si possono ottenere risultati interessanti, questo è il link della mia galleria: http://instagram.com/marcocrupi88/# 

3. Non seguite la moda, infrangete i Tabù


Klein infranse i "tabù" (che esistono tuttora in fotografia, oggi  più di ieri), quando scattava potevano capitare incidenti, come foto mosse, eccessivamente granulose, ad alto contrasto, sfocate o mal composte. Tuttavia Klein riuscì ad usare questi errori a suo vantaggio. I suoi scatti non sono puliti, sterili e clinici, ma anzi, sono pieni di energia, vitalità e danno un senso di ribellione.

Naturalmente, ora guardando indietro consideriamo Klein come un visionario e un genio, tuttavia i suoi contemporanei non hanno capito né apprezzato il suo lavoro.

In un intervista del 1981 (nel suo libro Aperture Monograph), racconta quanto gli editori americani aborrivano il suo lavoro:

"Nel 1950 non riuscivo a trovare un editore americano per le mie immagini di New York... Tutti quelli a cui ho mostrato le foto esclamavano 'Questa non è New York, troppo brutta, troppo squallida e troppo unilaterale' hanno anche detto 'Questa non è la fotografia, questo è merda!'".

Klein non seguiva la moda e non si faceva condizionare dalla massa, solo per questo motivo merita tutto il mio rispetto, quando mi trovai in Polonia a fotografare con una Lubitel 166 Universal (una fotocamera del 1984) scrissi una premessa alla presentazione delle mie foto, vi consiglio di leggerla, la trovate in questo articolo: Foto con Biottica Lubitel 166 Universal - Viaggio attraverso la Polonia

4. Dare il senso del luogo


L'etnografia è un mezzo per rappresentare graficamente e per iscritto, la cultura di un popolo.

Ed il lavoro di Klein esplora e rappresenta la cultura delle persone a New York, quindi lo possiamo considerare uno pseudo etnografo. Ma cosa ha trovato nel popolo di New York degli anni '50? Per citare le sue stesse parole ha trovato "umorismo nero, assurdità e panico".

Le sue immagini di certo non sono fotografie romantiche come quelle di Henri Cartier-Bresson. Piuttosto, le sue fotografie di New York rappresentano una realtà cruda e sudicia. Esse mostrano un lato di New York che molti americani trovano ripugnante.

Quando provate a fare fotografia di reportage, non provate a realizzare solo immagini interessanti. Cercate di rendere al meglio il "senso del luogo".

5. Costanza ed energia nei progetti

Quando Klein ha iniziato a fotografare per le strade di New York negli anni '50 non pensava di pubblicare un libro o qualcosa del genere. Klein non crede nel concetto di "portare una macchina fotografica ovunque si vada". Piuttosto, egli preferisce buttarsi con impegno ed energia su un progetto.

Infatti Klein fu in grado di terminare i suoi libri in modo rapido ed efficiente. Solo poco più di quattro anni della sua vita sono stati effettivamente spesi seriamente a scattare fotografie. 

Personalmente, consiglio di portare sempre con se la propria fotocamera, i motivi sono abbastanza ovvi, non c'è obbligatoriamente bisogno di iniziare un progetto per fotografare!

6. Divertitevi


Come scrissi un giorno sulla mia fanpage facebook: "Fotografare è divertimento. Se ti annoi, sei teso o arrabbiato lo stai facendo male."

La ragione per cui mi piace fare street photography è perché mi diverto. Quando sono in strada, mi sento come un bambino. La fotografia mi dà l'opportunità di esplorare e interagire con le persone. Qual è stato l'impulso principale che ha spinto Klein a scattare fotografie? Klein cita il senso del divertimento e il piacere che ha ottenuto durante le riprese per le strade:

"Stavo fotografando per me stesso. Mi sentivo libero. Fotografare è stato molto divertente per me. Ero davvero entusiasta in attesa di vedere se le immagini sarebbero venuto fuori il giorno successivo. Io non sapevo nulla di fotografia, ma ho amato la macchina fotografica."

7. Interagisci con i tuoi Soggetti


Anche se per "regola" nella Fotografia di strada si dovrebbero catturare momenti di vita quotidiana il paradosso è che alcune delle fotografie di strada più memorabili della storia sono state realizzate mettendo il soggetto in posa o come risultato dell'interazione con il fotografo. La prima fotografia di questo articolo è lo scatto più famoso di Klein "bambino con la pistola". Anche se il momento sembra crudo e sincero, la fotografia era in realtà il risultato di ciò che Klein disse al ragazzo "Sguardo da duro", il ragazzo si voltò verso di lui e gli puntò la pistola contro, rivolgendogli uno sguardo incredibilmente brutale.

Se si guarda il provino a contatto di Klein del tiro, si può vedere la fotografia successiva, il ragazzo è sorridente e in posa con uno dei suoi amici.

Io quando esco a fotografare per strada non disdegno l'interazione coi miei soggeti, capita raramente, ma quando capita mi ha sempre portato a risultati di cui sono sempre stato orgoglioso e non ritengo quello scatto "costruito" perché se riesco a immortalare la loro vera natura e a raccontare una storia allora l'obiettivo per me è raggiunto. Inoltre, è stupendo poter parlare con uno sconosciuto che il più delle volte ha una storia interessante da raccontare.

8. Non preoccuparti della Fotocamera


I fotografi hanno la brutta propensione a comportarsi spesso e volentieri come un branco di sfigati. Spendiamo un sacco di tempo sui forum a ossessionarci oltre il dovuto su questioni quali la nitidezza, bokeh e su fotocamere che la maggior parte di noi può solo sognare. Il problema è che questo modo di fare può portarci a fare più fotografia sui forum che per strada.

Klein non era molto interessato all'equipaggiamento:

"Il filtro giusto, la pellicola giusta, la giusta esposizione - non erano argomenti che mi interessavano molto. Ho avuto una sola fotocamera per iniziare. Di seconda mano con due lenti e senza nessun filtro. Quello che mi interessava era immortalare qualcosa sulla pellicola per poi passarla sotto il mio ingranditore, magari per ottenere un altro quadro."

Ho passato molto tempo sui forum di "esperti" o presunti tali, ho visto e partecipato a discussioni su fotocamere, obiettivi ecc... per farmi una cultura e capirci qualcosa, soprattutto all'inizio, ora parlare di fotocamere mi annoia a morte, l'unico risultato che ho ottenuto all'epoca è stato deprimermi perché non potevo permettermi quelle attrezzature di alto livello.

Poi con l'esperienza ho capito che per fare immagini memorabili basta poco (a livello di equipaggiamento), per esempio in queso momento sto scattando con una Kodak retina IIIC, una fotocamera del 1957, la sto usando per un mio progetto fotografico e credo la userò anche in futuro per fare street, mi sto divertendo davvero tanto e con mia grande soddisfazione sto ottenendo dei risultati degni di nota.

Pensate che Bresson ha fatto alcune delle sue immagini capolavoro nei primi anni del 1920, con una primitiva Leica a pellicola ISO 25! Ma ancora oggi ci si lamenta delle nostre fotocamere perché non sono in grado di andare al di sopra di ISO 1600. Dovremmo seguire il consiglio di Klein, ovvero di non preoccuparci tanto della fotocamera. La cosa più importante è uscire e fare fotografia!

9. Non preoccuparti della Tecnica


Molti fotografi sono letteralmente ossessionati dal corretto uso delle impostazioni tecniche. Hanno bisogno di avere la lente "ideale" per una certa situazione, per usare il diaframma e il tempo di posa "ideali". Klein ha dato il dito medio a tutto questo. È stato il maestro della sperimentazione, ha fatto tutto ciò che era non convenzionale, soprattutto quando si trattava di dettagli tecnici.

"Ho sempre amato il lato amatoriale della fotografia, fotografie automatiche, fotografie accidentali con composizioni non centrate, tagliando teste, qualsiasi cosa."

L'immagine in alto è una delle sue foto più famose, l'ha realizzata facendo tremare leggermente la fotocamera verso il basso e verso l'alto in modo tale che l'immagine desse l'impressione che la foto stresse correndo verso l'osservatore. Certamente una tecnica non convenzionale ai suoi tempi. Klein ha usato spesso tempi di posa lunghi per dare un effetto di movimento e di sfocatura alle sue foto. Alla domanda sul perché l'utilizzo dello sfocato nelle sue fotografie, Klein rispose:

"Se si guarda attentamente la vita, si vede sfocato. Scuoti la tua mano. La sfocatura è una parte della vita."

Klein non era un tecnicista, tutto l'opposto, inoltre non ha mai cercato di esserlo. Anzi, commetteva volontariamente degli errori!

"Per me, fare una fotografia era fare un anti-fotografia."

Personalmente penso che ognuno debba scegliere il proprio stile, fate quello che vi piace fare e non smettete mai di sperimentare!

10. Essere se stessi

Noi, in quanto fotografi di strada non siamo documentaristi o fotografi di reportage. Non stiamo cercando di creare immagini che tentino di mostrare una visione oggettiva della realtà. Piuttosto, le immagini che creiamo sono generalmente per noi stessi - rappresentative della nostra visione della mondo. Penso che gli street photographer debbano avere un parere circa la società che li circonda. Penso che la lotta per la ricerca di "oggettività" per fare semplicemente il proprio lavoro sia noioso e poco interessante. La street photography di Klein è molto soggettiva.

Egli racconta come ha affrontato la fotografia di strada a New York:

"A New York mi sono preso la responsabilità per le persone che ho fotografato. Sentivo di conoscerli - le persone, il loro modo di relazionarsi tra loro, le strade, gli edifici, la città. E ho cercato di dare un senso a tutto questo. Ho solo fotografato quello che ho visto anche se a dire il vero ho usato la macchina fotografica come un arma a New York."


Quando Klein visitò Tokyo, il suo approccio alla fotografia di strada fu molto diverso:

"A Tokyo la fotocamera  è stato più che una maschera, un travestimento. Ho avuto solo la vaga idea di quello che stava succedendo. Non ero lì per giudicare cosa accadeva. Io ero uno straniero e alle volte mi sentivo abbastanza a disagio. Avete mai mangiato una cena ufficiale giapponese per quattro ore sulle ginocchia? Era una realtà diversa."

Bresson era quasi un semidio nel mondo della fotografia, ha fissato la maggior parte degli standard per i fotografi. Ma Klein rimase fedele a se stesso e si ribellò. Questo è quello che aveva da dire su HCB:

"Mi piacciono le foto di Cartier-Bresson, ma non mi piace il suo insieme di regole. Così le ho invertite. Penso che la sua visione della fotografia, che deve essere obiettiva, sia una sciocchezza."

Klein parla anche della percezione della realtà e continua col suo attacco "all'obiettività":

"La maggior parte delle cose che ho fatto con la fotografia sono oggi considerate accettabili, tranne forse l'uso che ho fatto del grandangolo. A me sembrava più normale dell'obiettivo da 50 mm. Si potrebbe anche dire che il 50mm è un'imposizione di un punto di vista limitato. Nessuna lente è davvero normale o giusta, perché la vita la vediamo dai nostri due occhi, mentre la fotocamera ha un occhio solo. Quindi, tutte le fotografie sono deformazioni di ciò che effettivamente vedete con i vostri occhi, non importa quale obiettivo utilizziate!"

Possiamo dire che William Klein fu uno dei fotografi di strada più ribelli della storia della fotografia, e forse anche il più ingiustamente sottovalutato.

In definitiva, non omologatevi, seguite il vostro gusto e il vostro istinto e fate quello che più vi diverte.

Fonte originale erickimphotography.com, rielaborato da Marco Crupi

5 maggio 2013

Corso di Photoshop CS6 - Come usare il Pannello Storia - Lezione 6


Questo articolo fa parte della rubrica: Corso completo di Photoshop CS6

Il corso di photoshop è effettuato dall'utente youtube Massimo Raziano.

La raccolta completa dei migliori tutorial per photoshop la trovete qui: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Nella precedente lezione del Corso di Photoshop CS6 abbiamo visto come usare il pannello delle preferenze, i pannelli Info File, Impostazione Colore, Palette, Menù e Scelte Rapide da Tastiera., potete vederla cliccando QUI.

Oggi impareremo a conoscere il pannello storia per adattarlo alle nostre necessità.


4 maggio 2013

Come creare un Timelapse con Photoshop - Tutorial


La raccolta completa dei migliori tutorial per photoshop la trovete qui: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

In questo video tutorial per photoshop vedremo come creare un Time Lapse usando unicamente questo programma. Vedrete che è facilissimo ed è possibile aggiungere degli effetti rendere più carino il tutto.

In passato abbiamo già analizzato in dettaglio la realizzazione di video Time-Lapse a questo articolo: Tutorial su come creare video Time-Lapse


3 maggio 2013

iLens la fotocamera compatta di Apple


Si vocifera che Apple abbia intenzione di lanciare sul mercato una propria macchina fotografica, il cui nome sarà iLens, questa notizia è riportata da nPhoto.

Il prezzo di questa nuova fotocamera dovrebbe essere inferiore a quello di un iPhone, sarà una sorta di iPod con la fotocamera molto potenziata.

Ma Apple ha bisogno di espandere il suo mercato a quello delle fotocamere? Forse si, giganti tecnologici come Samsung che coprono un'ampia gamma di prodotti la stanno sorpassando anche in settori in cui Apple prima aveva il predominio.

Questa fotocamera per essere competitiva dovrà essere qualcosa di rivoluzionario per richiamare l'attenzione. A quanto si vede da queste prime immagini è una fotocamera molto sottile, rivolta ai fotoamatori evoluti poiché forse sarà dotata di ottiche intercambiabili. iLens avrà un'ottica da 50mm, nulla si sa del sensore, i più sperano in un micro 4/3.



iLens dovrebbe porsi in diretta concorrenza con la Samsung Galaxy Camera.

Apple è sicuramente in ritardo. Ma bisogna vedere quali prestazioni, qualità e prezzo avrà questa fotocamera. Non dobbiamo dimenticare che Apple ha portato grosse innovazioni in tanti campi.

2 maggio 2013

Corso di Photoshop CS6 - Il pannello preferenze, Info File, Impostazione Colore, Palette, Menù e Scelte Rapide da Tastiera - Lezione 5


Questo articolo fa parte della rubrica: Corso completo di Photoshop CS6

Il corso di photoshop è effettuato dall'utente youtube Massimo Raziano.

La raccolta completa dei migliori tutorial per photoshop la trovete qui: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

Nella precedente lezione del Corso di Photoshop CS6 abbiamo visto come adattare lo schermo al flusso di lavoro, potete vederla cliccando QUI.

Oggi vedremo come usare il pannello delle preferenze. Inoltre il secondo video tratta dei pannelli Info File, Impostazione Colore, Palette, Menù e Scelte Rapide da Tastiera.