19 novembre 2015

Reuters mette al bando il formato RAW per i suoi fotografi freelance


Reuters ha messo in atto una nuova politica in tutto il mondo per i fotografi freelance che vieta loro di mandare le foto che sono state elaborate da file RAW. I fotografi devono ora inviargli solo foto che sono state originariamente salvate in JPEG sulle loro fotocamere.

L'annuncio è stato dato a fotografi freelance questa settimana tramite questo breve e-mail da un editor di immagini Reuters:

Salve, 
Mi piacerebbe passare una nota di richiesta ai nostri collaboratori freelance, a causa di un cambiamento di politica in tutto il mondo.. Per il futuro, si prega di non inviare foto a Reuters che siano state elaborate da file RAW o CR2. Se si desidera scattare immagini RAW va bene, basta salvare contemporaneamente anche il JPEG. Le foto originarie in JPEG possono avere una post produzione minima (ritaglio, correzione di livelli, ecc).
Saluti.

Un portavoce Reuters ha confermato questo cambiamento di politica affermando che la decisione è stata presa per aumentare sia l'etica che la velocità.

"Reuters Pictures deve riflettere la realtà. Mentre il nostro obiettivo per la fotografia di alta qualità estetica non è quello di interpretare artisticamente la notizia."


Questa limitazione ridurrà anche il tempo necessario per far arrivare le foto dal fotografo al cliente dice Reuters.

Le foto in formato RAW permettono un maggior grado di post-produzione e flessibilità, per Reuters ciò comporta anche una maggior possibilità di distorcere la realtà.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI: