29 luglio 2015

Il dietro le quinte delle opere di Erik Johansson, un misto di Immaginazione, Photoshop e Fotografia


Erik Johansson è un fotografo e ritoccatore svedese che attualmente risiede a Berlino. È molto popolare per le sue foto-manipolazioni e illusioni ottiche, un misto di immaginazione, fotografia e Photoshop.

Se vi state chiedendo come riesce a realizzare queste immagini spettacolari, sotto ognuna di esse in questo articolo troverete un "video tutorial" ad alta velocità che vi farà capire come vengono realizzate le sue opere.

Cut & Fold


La post-produzione per questo progetto è durata 15 ore.



Alla Deriva




Storie Infinite




Landfall




Closing Out




Soundscapes




ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


Utilizzare gli strumenti toppa e timbro clone in modo avanzato per eliminare elementi di disturbo


Per vedere tutti i tutorial per photoshop andate a questo link: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

L'utente youtube "Emanuele Brilli Photoshop and Photography" nel video in basso ci spiega come utilizzare due strumenti quali il timbro clone e la toppa per eliminare gli elementi di disturbo. Per approfondire ulteriormente l'uso di questi strumenti vi consiglio la visione anche di quest'altro video: Come eliminare le persone dalle nostre Fotografie



ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


28 luglio 2015

La prima fotografia di una persona della storia


Questo articolo fa parte delle rubriche:


La prima fotografia in cui apparve un essere umano fu realizzata fotografando Boulevard du Temple, a Parigi, nel 1838 da Louis Daguerre. L'esposizione durò circa sette minuti ed a causa di un tempo di esposizione così lungo, molte persone che camminavano per strada non apparvero nella foto. 

Tuttavia, in basso a sinistra si può vedere un uomo in piedi intento a farsi lucidare le scarpe.

Se si guarda la foto ad alta risoluzione (basta cliccarci sopra) è possibile trovare altre figure.


26 luglio 2015

La prima fotografia a colori della storia


Questo articolo fa parte delle rubriche:


La prima fotografia a colori è stata realizzata dal fisico matematico, James Clerk Maxwell e fu mostrata ad una conferenza nel 1861 alla "The Royal Institution". L'inventore della SLR, Thomas Sutton, fu l'uomo che premette il pulsante di scatto, ma la foto fu accreditata a Maxwell poiché inventò il processo scientifico che la rese possibile. L'immagine raffigura un fiocco di tre colori.

Nel suo procedimento l'oggetto colorato veniva ripreso su tre diverse lastre attraverso tre filtri di colore blu, verde e rosso; venivano poi ricavate tre diapositive che, proiettate a registro su uno schermo mediante tre proiettori muniti degli stessi filtri usati per la ripresa, riproducevano a colori il soggetto.

Poiché le lastre fotografiche di Sutton erano insensibili al rosso e poco sensibili al verde, il risultato di questo esperimento pionieristico fu lungi dall'essere perfetto.

22 luglio 2015

Leica Q Recensione della Compatta Full Frame da 24 megapixel


Nel video in basso la recensione completa della Leica Q, realizzata dal canale youtube "Crazy Ring Entertainment".

Le caratteristiche tecniche che saltano subito all'occhio di questa compatta dalle alte prestazioni sono l'ottica fissa Leica Summilux 1:1.7/28 Asph e il sensore full frame da 24 Megapixel.

Il link per scaricare i DNG dei vari ISO test presenti nel video è questo: https://goo.gl/nVpBeJ



ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


21 luglio 2015

I 10 Obiettivi più Interessanti della Storia della Fotografia

Questo articolo fa parte della rubrica: La Storia della Fotografia da Aristotele a oggi

Per quasi due secoli, la scienza e l'arte della fotografia hanno permesso alle persone di catturare il mondo attraverso gli obiettivi montati sule macchine fotografiche, tuttavia, non tutti gli obiettivi sono realizzati allo stesso modo. In questo articolo vedremo le ottiche più impressionanti (per motivi estetici e di prestazioni) realizzate nel corso degli anni.

1 - Leica APO-Telyt-R 1:5.6/1.600mm


Un principe del Qatar ha pagato $2,064,500 per l'ottica Leica APO-Telyt-R 1:5.6/1.600mm, esistono solo due esemplari di questo obiettivo, ciò lo rende il più costoso al mondo.

2 - Lomography Petzval


L'obiettivo Petzval è stato sotto i riflettori da quando la Lomography è resuscitata nel 2013 tramite Kickstarter. Il vetro originale, però, è stato sviluppato nel 1840 da Joseph Petzval. L'obiettivo è costituito da due lenti doublet e un'apertura waterhouse. Il risultato è una lente con un calo estremo di nitidezza ai bordi e un bokeh cremoso unico nel suo genere. Lomography attualmente vende quest'ottica a partire da 549 euro.

3 - Nikkor Fisheye 6mm f/2.8


Il leggendario Nikkor 6 millimetri f/2.8 prodotto nel 1973 è un obiettivo fisheye con un estremo angolo di campo a 220 gradi, che permette all'ottica di vedere dietro di sé. L'obiettivo è composto da 12 elementi in 9 gruppi. Comprende anche sei filtri integrati per il bilanciamento del bianco. Una copia recente di questa lente fisheye è stata venduta a Londra per $ 160.000.

4 - Carl Zeiss Planar 50mm f / 0.7


Originariamente progettato nel 1966 per consentire alla NASA di scattare fotografie sul lato più lontano della luna, la Carl Zeiss Planar 50mm f/0.7 è una delle lenti più luminose (se non il più luminoso) mai prodotto. Esistono solo dieci copie di questa lente: una posseduta dalla Carl Zeiss, sei acquistate dalla NASA e tre da Stanley Kubrick. Il Planar 50mm f/0,7 permise a Kubrick di girare una scena illuminata solo da candele nel suo film Barry Lyndon - una prodezza che altrimenti sarebbe stata impossibile.

5 - Carl Zeiss Apo Sonnar T 1700mm f/4


Nel 2006, Carl Zeiss ha presentato il suo Apo Sonnar T* 1700 mm f/4 al Photokina in Germania. L'obiettivo è stato progettato per un anonimo "appassionato di fotografia naturalistica" nello stato del Qatar. Il prezzo è anche un mistero, ma quello che sappiamo è che la lente è costituita da 15 elementi in 13 gruppi ed è progettata per i sistemi medio formato.

6 - Sigma 200-500mm f/2.8


Il Sigma 200-500mm f/2.8 è un obiettivo estremamente luminoso pensato per la fotografia sportiva, comprende anche un moltiplicatore di focale 2x modo da poter facilmente zoomare fino a 1000m. La cosa curiosa di quest'ottica è che ha bisogno di una propria batteria per la messa a fuoco automatica, il suo prezzo è di 18.499 euro.

7 - Canon 5200mm f/14


Il Canon 5.200 mm f/14 pesa oltre 200kg ed è stato progettato per mettere a fuoco oggetti a più di trenta miglia di distanza. Solo tre copie della lente sono state prodotte; una delle quali è stata venduta su eBay per 50 mila dollari.

8 - Leica Noctilux-M 50mm f/0.95


Anche se il Leica Noctilux-M 50mm f/0.95 non è l'obiettivo più luminoso della storia, il 50mm f/0.95 è la lente asferica più luminosa. Ciò significa che, pur avendo una grande apertura il Noctilux-M rimane estremamente nitido, il suo prezzo supera i 10.000 euro.

9 - Meyer Optik Trioplan 100mm f/2.8


Il Meyer Optik Trioplan 100mm f/2.8 è un altro obiettivo che offre un bokeh unico, lo sfocato delle foto realizzate con il Trioplan f/2.8 assomiglia a delle bolle di sapone. Originariamente progettato nel 1916 da Hugo Meyer, l'obiettivo ha raggiunto con successo l'obiettivo di crowdfunding su Kickstarter e sarà commercializzato entro la fine di ottobre per 1.000 dollari.

10 - Canon 1.200mm f/5.6


Il Canon 1.200 millimetri f/5.6 non può battere tutti i record in questa lista, ma è ancora un classico che non può non essere menzionato. Caratterizzato da 13 elementi in 11 gruppi, questo super tele fece la sua prima apparizione alle Olimpiadi di Los Angeles nel 1984. Caratterizzato da un impressionante distanza focale è molto adatto alla fotografia sportiva e naturalistica. Sono state prodotte meno di 100 copie di questa lente e l'ultima è stato venduta da B&H per 180 mila dollari ad aprile 2015.

18 luglio 2015

Nel 1995 usciva la fotocamera pro da 1MP che costava 20.000 $



Vedendo questo video di 4 minuti pubblicato da CNET risalente al 1995 ci si rende conto di quanti progressi abbia fatto la tecnologia negli ultimi 20 anni, il 1995 è stato l'anno in cui sono arrivate sul mercato le prime macchine fotografiche digitali professionali.

Una delle fotocamere presenti nel video qui in basso è la Nikon Fujix che costava 20.000 $ (31.000 $ oggi), da 1.3 megapixel con a disposizione un disco rigido da 131 MB smontabile che poteva contenere circa 70 foto.



Apple in quel periodo stava ancora producendo le fotocamere digitali consumer, la Apple QuickTake è stata prodotta tra il 1994 e il 1997, ed è considerata la prima fotocamera digitale dedicata al grande pubblico.


14 luglio 2015

La Yongnuo svela il suo clone del 50mm f1.8 per Nikon


Dopo le prime due ottiche per Canon, ora è la volta di Nikon. Yongnuo ha mantenuto la sua parola e ha già svelato il suo nuovo 50mm f1.8 AF-S per Nikon.

Le sue specifiche da quello che si sa sono identiche al modello di Nikon ma ad un prezzo notevolmente più basso.

Il suo motore interno di messa a fuoco è di tipo AF-S e quindi compatibile con l'intera gamma di corpi reflex Nikon (compresi quelli SLR, carenti di motore integrato), il corpo è in metallo (a differenza del modello originale) ed ha una distanza minima di messa a fuoco di 45 centimetri.

Yongnuo anche se fino a poco tempo era meglio conosciuto per la sua gamma di flash, negli ultimi mesi ha guadagnato popolarità per il suo impegno nel portare sul mercato questo tipo di ottiche clone. 

Per ora, sia il 50mm  f1.8 Canon ed il 35mm f2 hanno ricevuto ottime recensioni, pur avendo un prezzo molto inferiore a quello del marchio originale.


10 luglio 2015

Wallpart.com il sito "illegale" che ha preso in giro i fotografi di tutto il mondo


Wallpart.com è un sito web che negli ultimi giorni ha fatto molto parlare di se, perché si è presentato come un servizio di stampa online a pagamento di foto protette da copyright prese da fotografi di tutto il mondo.

Roberto Tomesani di TAU VISUAL ci svela nel video qui in basso il perché sia un colossale fake.



ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


9 luglio 2015

Canon SPEEDLITE 430EX III-RT caratteristiche tecniche e prezzo


Canon amplia il sistema EOS con l’introduzione del flash SPEEDLITE 430EX III-RT. Progettato per migliorare ulteriormente le opportunità di ripresa, il nuovo flash sostituisce il modello Speedlite 430EX II e offre una serie di funzioni avanzate, tra cui il controllo radio integrato.

Il nuovo SPEEDLITE 430EX III-RT è a tutt’oggi il più performante tra i flash Speedlite Canon di fascia media. Il numero guida massimo di 43 a 100 ISO fornisce energia sufficiente per illuminare i soggetti in una vasta gamma di condizioni ambientali, con la possibilità di affiancare flash aggiuntivi utilizzando il sistema di controllo a distanza via radio o ottico. Inoltre, con un raggio di copertura dell’obiettivo da 24 mm a 105 mm, oppure fino a 14 mm tramite l’adattatore incorporato, SPEEDLITE 430EX III-RT offre un fascio di luce che si adatta all’inquadratura e facilmente gestibile da parte dell’utente.

Flash ideale per i fotografi creativi, SPEEDLITE 430EX III-RT consente di sperimentare set-up di illuminazione svincolati dalla fotocamera, lavorando congiuntamente a flash Canon dotati di sistemi di controllo wireless radio o ottici come unità principale o secondaria. Compatibile anche con fotocamere dotate di trasmettitore Speedlite integrato, compresi i modelli EOS 760D ed EOS 70D, SPEEDLITE 430EX III-RT può essere utilizzato anche separatamente dalla slitta della fotocamera, con uscita e potenza controllabile dal menu della fotocamera stessa.

SPEEDLITE 430EX III-RT è dotato inoltre del sistema Radio Transmitter Canon (RT), per offrire agli utenti estrema flessibilità e la duttilità necessaria per controllare fino a cinque gruppi di flash RT e fino a 15 flash, a una distanza massima di 30 metri. SPEEDLITE 430EX III-RT può essere controllato anche dalle unità Canon ST-E3-RT o dal flash Speedlite 600EX-RT, espandendo ulteriormente le opzioni disponibili per i professionisti e gli amatori evoluti.

Ridotto nelle dimensioni rispetto al suo predecessore, SPEEDLITE 430EX III-RT offre ai fotografi una nuova sorgente luminosa portatile con un tempo di ricarica più veloce e silenzioso, a garanzia di un flash discreto e sempre pronto per lo scatto successivo. Inoltre, il bounce adapter per il flash di rimbalzo, consente una diffusione morbida della luce, ideale per riprese in interni quando è preferibile un’illuminazione più naturale senza ombre dure.

Il filtro di colore arancione in dotazione permette agli utenti di associare o contrastare il colore della luce del flash rispetto alle sorgenti luminose presenti. Inoltre, un pannello integrato offre la possibilità di aggiungere un “punto luce” negli occhi dei soggetti per dare maggior vita ai ritratti. SPEEDLITE 430EX III-RT è dotato anche di un nuovo e migliorato display LCD a matrice di punti retroilluminato, che fornisce un facile controllo su ogni aspetto del flash. Infine, una ghiera rotante multi-controllo consente di muoversi rapidamente tra le funzionalità principali.


SPEEDLITE 430EX III-RT sarà disponibile a partire da metà settembre ad un prezzo indicativo suggerito al pubblico di 343 euro IVA inclusa.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI: