31 agosto 2015

Creato un algoritmo che da alle foto lo stile di dipinti famosi


Gli scienziati hanno creato un nuovo algoritmo in grado di dare alle foto l'aspetto di celebri dipinti.

In una ricerca di recente pubblicazione dal titolo "A Neural Algorithm of Artistic Style" gli scienziati presso l'Università di Tübingen in Germania, descrivono come la loro rete neurale può creare nuove immagini artistiche fornendo un'immagine e un quadro famoso da cui prendere esempio.

"Qui introduciamo un sistema artificiale basato su una rete neurale profonda che crea immagini artistiche di alta qualità percettiva" dice il documento. "Il sistema utilizza rappresentazioni neurali per separare e ricombinare il contenuto e lo stile di immagini arbitrarie, fornendo un algoritmo neurale per la creazione di immagini artistiche."

Per mostrare ciò che l'algoritmo può fare, gli scienziati hanno usato la foto che vedete e vari celebri quadri, ecco alcuni dei risultati:




Gli scienziati in Germania dicono che con questo nuovo software stanno tentando di ricreare artificialmente la capacità del genere umano di creare esperienze visive uniche "attraverso la composizione di una complessa interazione tra il contenuto e lo stile di un'immagine".

Non si sa ancora se questo nuovo algoritmo apparirà in un futuro programma di editing di immagini. Per ora, si può leggere solo il documento di ricerca originale linkato a inizio articolo se volete approfondire l'argomento.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


Astropad Mini trasforma l'iPhone in una tavoletta grafica


L'app Astropad originale, che consente di collegare un iPad con un computer Mac e utilizzarlo come una tavoletta grafica, è stata lanciata a febbraio. Ora i suoi creatori hanno lanciato una versione dell'app per iPhone, giustamente chiamata Astropad Mini. Come la versione iPad, la nuova applicazione consente di utilizzare il dispositivo Apple come una tavoletta grafica quando si lavora con applicazioni di imaging come Adobe Photoshop o Lightroom utilizzando la tecnologia Liquid Astropad per la comunicazione con il Mac. A 60fps, secondo i suoi creatori, Liquid consente un funzionamento più agevole rispetto alla tecnologia AirPlay di Apple, che offre solo la metà della frequenza di aggiornamento.

Il sistema offre anche la qualità delle immagini senza artefatti di compressione e colori che sono fedeli all'immagine originale. In alternativa, computer e telefono possono essere collegati tramite un cavo USB. Purtroppo i pc con Windows non sono ancora supportati.


Il sistema è compatibile con una vasta gamma di penne sensibili alla pressione di marchi come Adonit, Wacom, Pogo o Hex3. In alternativa, è possibile utilizzare le dita per il pinch-zoom o effettuare delle modificare dallo schermo dell'iPhone. 

Astropad Mini può essere scaricata dall'App Store al costo di 5 dollari, molto più economica della versione per iPad che al momento del lancio costava 49 dollari. 

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web Astropad.

30 agosto 2015

La fotocamera dell'iPhone 6s scatterà a 12MP e girerà video in 4K


Secondo un rapporto pubblicato ieri da 9to5Mac, l'iPhone 6S e 6S sarà caratterizzato da una fotocamera da 12 megapixel capace di realizzare video in 4K. Un bel passo avanti rispetto le foto a 8MP e i video a 1080p dell'attuale iPhone 6.

"A causa di un processore di segnale di immagine aggiornato nel nuovo A9 system-on-a-chip, il nuovo sensore non ridurrà la qualità delle foto", scrive il giornalista Mark Gurman.

Nella fotocamera frontale non sarà presente un LED flash per i selfie, ma al momento dello scatto lo schermo emetterà un rapido lampo di bianco.

Apple probabilmente annuncerà i nuovi iPhone in una presentazione a San Francisco il 9 settembre. 

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


28 agosto 2015

Instagram 7.5 ammette i formati orizzontale e verticale delle foto


Nella giornata di ieri Instagram tramite la sua fanpage facebook ha pubblicato questo importante annuncio:

Oggi siamo lieti di annunciare che, oltre ai post quadrati, ora potrai condividere foto e video nei formati orizzontale e verticale su Instagram. 
Il formato quadrato ci ha rappresentato finora e sempre lo farà. Tuttavia, le storie che vuoi raccontare tramite le immagini dovrebbero sempre essere al primo posto e desideriamo consentirti di condividere le tue esperienze in modo semplice, divertente e come più ti piace. 
Quando scegli una foto o un video, ora hai la possibilità di toccare l'icona del formato per modificare l'orientamento in orizzontale o verticale anziché quadrato. La versione nelle dimensioni originali sarà visualizzata nel feed in modo naturale e bellissimo. Per non interferire con la griglia del tuo profilo, qui il tuo post sarà visualizzato come un quadrato centrato. 
La novità principale, di cui siamo davvero entusiasti, riguarda l'impatto di questo aggiornamento sui video di Instagram. A partire da ora, tutti i filtri saranno applicabili sia alle foto che ai video e potrai regolare l'intensità dei filtri anche nei video.
Per ulteriori informazioni sulle modifiche apportate da questo aggiornamento, accedi a blog.instagram.com. 
Puoi scaricare subito la versione 7.5 di Instagram per iOS nell'App Store di Apple e la versione 7.5 di Instagram per Android su Google Play.

Personalmente penso che era ora, dare maggiore possibilità di scelta all'utente in questo caso non è un male, considerando il fatto che dei metodi per inserire le foto nei formati orizzontale e verticale esistevano già, anche se con delle limitazioni, poiché il frame che li racchiudeva era comunque quadrato.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


27 agosto 2015

Kingston aumenta la capacità delle sue schede di memoria fino a 512GB


Kingston Digital aumenta la capacità delle sue schede classe 10 UHS-I SDHC/SDXC fino a 512GB.

Kingston Digital Europe Co LLP, affiliata di Kingston Technology Company, Inc., il principale produttore indipendente di memorie del mondo, ha ampliato la linea di schede di memoria SDHC/SDXC UHS-I classe 10 con il taglio da 512GB. Questa memory card di capacità elevata è ideale per videocamere DSLR e camcorder in HD dato che consente all’utente di registrare numerosi video e scattare foto in sequenza a piena risoluzione senza però esaurire tutto lo spazio a disposizione.

Oltre a memorizzare migliaia di foto e ore di video, la scheda consente di raggiungere una velocità di 90MB/s in lettura e 45MB/s in scrittura. In questo modo è possibile scattare fotografie in modo continuativo e minimizzare i tremori garantendo l’integrità del video. Le schede di classe 10 UHS-I SDHC/SDXC inoltre consentono agli utenti di girare video 1080p HD e 3D e trasferiscono file velocemente. Questa scheda è disponibile sia nella nuova versione da 512GB, che in quelle precedenti da 16GB, 32GB, 64GB, 128GB e 256GB.

La famiglia di schede di memoria di Kingston® comprende inoltre:

  • SDHC/SDXC UHS-I Speed Classe 3 (U3): la scheda più veloce firmata Kingston con 90MB/s in lettura e 80MB/s in scrittura. Progettata per videocamere 4K di alto livello e telecamere DSLR e DSLM è l’ideale anche per la fotografia d’azione, registrazioni televisive e trasmissioni live. Disponibile in versione 32GB, 64GB, 128GB e 256GB.
  • UHS-I SDHC/SDXC Classe 10: Perfetta per video HD e immagini ad alta risoluzione con velocità di 45MB/s in lettura e 10MB/s in scrittura. Disponibile in versione 16GB, 32GB, 64GB e 128GB.
  • SDHC Classe 4: Ideata per le fotocamere con funzione di ottimizzazione automatica, ha una velocità minima di trasferimento dati di 4MB/s in lettura e in scrittura. Disponibile in versione 8GB, 16GB e 32GB.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


Adobe presenterà la nuova App di Photoshop nel mese di ottobre all'Adobe MAX


Adobe Photoshop è onnipresente sui computer desktop dei fotografi di tutto il mondo, dopo Photoshop Touch Adobe presenterà una versione full-optional di Photoshop per iOS nel mese di ottobre.

CNET riporta che Adobe Systems farà l'annuncio alla sua conferenza a Los Angeles che durerà dal 3 al 7 Ottobre, l'Adobe MAX. Attualmente l'app è in fase di sviluppo e porterà la potenza di Photoshop sul cellulare.


Questa app è stata pensata e sviluppata in modo che risponda alle esigenze dei professionisti che hanno familiarità con la versione desktop di Photoshop.

L'applicazione include la tecnologia di riconoscimento facciale per un rapido ritocco del volto di un individuo. Secondo CNET, lo strumento sarà in grado di rilevare un volto per poi sovrapporre i punti di presa accessibili in modalità Fluidifica per la regolazione occhi, naso, bocca, mento, e guance.

Sarà possibile scaricare l'app gratuitamente ma sarà richiesto un abbonamento a Creative Cloud per usarla.

Nel video in basso un'anteprima di come sarà la nuova app di Photoshop per dispositivi mobili.



ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


25 agosto 2015

Olympus OM-D E-M10 Mark II con stabilizzatore dell’immagine su 5 assi


Olympus lancia il quinto modello della sua premiatissima serie di fotocamere OM-D. La nuova fotocamera ad obiettivi intercambiabili OM-D E-M10 Mark II la quale unisce un corpo compatto completamente in metallo ad alcune delle tecnologie più avanzate mutuate dalle sue sorelle maggiori, la E-M1 e la E-M5 Mark II. Grazie alla stabilizzazione dell’immagine su 5 assi incorporata permette di riprendere foto e video nitidi mentre si è in movimento, anche in condizioni di luce scarsa. Il sistema IS su 5 assi funziona indipendentemente dall’obiettivo montato e compensa fino a 4 stop.

È compatibile con più di 40 obiettivi Micro QuattroTerzi e con una vasta gamma di accessori opzionali. La E-M10 Mark II sarà disponibile nei colori nero e silver da metà settembre 2015 nelle versione solo corpo o in kit con alcuni obiettivi. Tra i kit quello con l’obiettivo M.ZUIKO DIGITAL ED 14-42mm 1:3.5-5-6 EZ Pancake al costo indicativo di 799,00€. Il solo corpo sarà commercializzato a 599,00€.



CARATTERISTICHE TECNICHE Olympus OM-D E-M10 Mark II:

  • Sensore Live MOS da 16,1 MP
  • AF su 81-area multiple
  • Scatto a raffica a 8,5 fps
  • Monitor LCD touchscreen da 3 pollici, ad alta risoluzione, inclinabile e con rivestimento resistente alle impronte digitali
  • Flash TTL incorporato perfetto per effetti speciali e fill-in particolarmente utile nella foto di viaggi e di ritratto
  • Filtro Olympus Supersonic Wave per la riduzione automatica della polvere sul sensore
  • Dimensioni: (LxAxP) 119,5x83,1x46,7mm
  • Peso: 342g (solo corpo)
  • Potente stabilizzatore dell’immagine su 5 assi incorporato: compensa fino a 4 stop.
  • Corpo macchina leggero, compatto e completamente in metallo, con ghiere in metallo e levetta per l’accensione rétro
  • Mirino Elettronico OLED da 2,36 milioni di punti per inquadrare accuratamente e valutare in tempo reale gli effetti delle impostazioni creative selezionate
  • Connettività: Wi-Fi incorporato per il controllo a distanza (diaframma, tempo di scatto, Live Bulb, Live Compo­site) e per la condivisione attraverso lo smartphone grazie all’app OI.Share
  • Time Lapse 4k per la realizzazione di video in ultra-alta definizione
  • Compatibile con più di 40 obiettivi Micro QuattroTerzi e con una ampia gamma di accessori

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


18 agosto 2015

La fotografa Jane Long trasforma vecchie foto in sorprendenti opere di fantasia surrealista


Nel 1897 è nacque in Romania Costică Acsinte, un fotografo che ha partecipò alla prima guerra mondiale, inizialmente come pilota dell'esercito e poi come fotografo ufficiale di guerra fino al 15 giugno 1920. Dopo la guerra, continuò come fotografo e aprì uno studio nella città di Slobozia in Romania. Morì il 7 gennaio 1984. 

Costică sicuramente non avrebbe mai immaginato, che oggi, nel 2015 avremmo parlato del suo lavoro grazie al progetto di una fotografa Australiana di nome Jane Long, che ha avuto la brillante idea di dare nuova vita alle foto d'epoca di Costică, grazie all'aiuto della fantasia e della sua abilità nel campo della fotomanipolazione.

"Ho voluto dare loro la vita. Ma più di questo ho voluto dare loro una storia. Probabilmente non potrò mai sapere le vere storie di queste persone, ma nella mia mente, sono diventati personaggi di storie".

Questo lavoro è stato soprannominato "Ballando con Costică"e in esso, Jane, presenta una varietà di scenari completamente reinventati. 















ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


17 agosto 2015

Nel 1975 Steven Sasson, un dipendente della Kodak, inventò la fotocamera digitale. I suoi capi la nascosero.



Quello in foto è Steven Sasson nel 1973, un giovane ingegnere che andò a lavorare per Eastman Kodak.

Due anni più tardi inventò la prima fotocamera digitale della storia.

Poco dopo il suo arrivo in Kodak, al signor Sasson fu affidato un un compito apparentemente poco importante, che consisteva nel vedere se ci fosse un qualche uso pratico per un dispositivo di carica (CCD), che era stato inventato pochi anni prima.

Steven Sasson voleva invece usare questa tecnologia per catturare un'immagine, ma il CCD non poteva salvare le immagini perché gli impulsi elettrici si dissipavano troppo rapidamente.


Per la memorizzazione delle foto ricorse a un processo relativamente nuovo per quei tempi, la digitalizzazione, che consisteva nel trasformare gli impulsi elettrici in numeri. 

Per fare ciò dovette inserire sia una memoria RAM che un nastro magnetico digitale.

La fotocamera era costituita da: un'ottica appartenete a una cinepresa Super-8, un registratore portatile digitale, 16 batterie al nichel-cadmio, un convertitore analogico/digitale e diverse decine di circuiti.

La fotocamera da sola era un risultato storico, ma Steven aveva bisogno di inventare anche un sistema di riproduzione che avrebbe preso le informazioni digitali dal nastro della cassetta e di trasformarle in "qualcosa che si poteva vedere" su un televisore.

"Questa è stata più di una semplice macchina fotografica", ha detto il signor Sasson, che è nato e cresciuto a Brooklyn. "È stato un sistema fotografico per dimostrare l'idea di una macchina fotografica completamente elettronica che non ha bisogno né di pellicola né di carta".

Il signor Sasson ebbe una serie di incontri coi dirigenti dei vari dipartimenti Kodak, portò la fotocamera portatile nelle sale conferenze dimostrò che il sistema funzionava fotografando le persone nella stanza.

"Ci sono voluti solo 50 millisecondi per catturare l'immagine, ma ci vollero 23 secondi per registrarla sul nastro", ha dichiarato Sasson, "Dopo aver inserito la cassetta nel nostro sistema di riproduzione apparì 30 secondi più tardi l'immagine da 100 x 100 pixel per lato".

Anche se la qualità era scadente, il signor Sasson disse loro che la risoluzione sarebbe migliorata rapidamente con l'avanzare della tecnologia.

La loro risposta fu tiepida.

"Erano convinti che nessuno avrebbe mai voluto guardare le loro immagini su un televisore".

Le principali obiezioni alla sua invenzione venivano dal dipartimento di marketing e da quello di business. Kodak aveva il monopolio sul mercato della fotografia negli Stati Uniti, e faceva soldi su ogni fase del processo fotografico.

Quando i dirigenti Kodak gli chiesero quando la fotografia digitale sarebbe stata in grado di competere con la pellicola, il signor Sasson utilizzò la Legge di Moore, che prevedeva la velocità con con cui la tecnologia digitale avanzava. Avrebbe avuto bisogno di due milioni di pixel per competere contro la pellicola, così fece una stima che si aggirava tra il 15 e i 20 anni di tempo. Kodak mise sul mercato le sue prime fotocamere consumer 18 anni dopo.

"Mi permisero di continuare a lavorare su macchine fotografiche digitali, compressione di immagini e schede di memoria."

La prima fotocamera digitale fu brevettata nel 1978. È fu chiamata macchina fotografica elettronica. Ma al signor Sasson non fu permesso di parlarne pubblicamente o di mostrare il suo prototipo a nessun altro al di fuori di Kodak.

Nel 1989, il signor Sasson e un collega, Robert Hills, crearono la prima moderna reflex digitale, che appare e funziona come modelli professionali di oggi. Aveva un sensore 1.2 megapixel, un sistema di compressione delle immagini e usava le schede di memoria.


Il reparto marketing di Kodak non era ancora interessato al digitale, al signor Sasson fu detto che anche se potevano vendere la sua macchina fotografica, non l'avrebbero fatto perché avrebbe eroso le vendite di pellicola della società.

Tuttavia, quando il brevetto nel 2007 scadde, fece guadagnare miliardi alla Kodak (non al signor Sasson), dal momento che la maggior parte dei produttori voleva utilizzare quella tecnologia. Kodak si decise troppo tardi ad abbracciare appieno la fotografia digitale producendo fotocamere sia di fascia pro che consumer.

"Ogni macchina fotografica digitale che veniva venduta sostituiva per sempre una fotocamera analogica, danneggiando chi vendeva pellicola" ha dichiarato Sasson.

Oggi, la prima fotocamera digitale del signor Sasson realizzata nel 1975 è in mostra al Museo Nazionale di Storia Americana dello Smithsonian. Il presidente Obama ha assegnato al signor Sasson la National Medal of Technology and Innovation in una cerimonia alla Casa Bianca nel 2009.

Tre anni più tardi, Eastman Kodak presentò istanza di fallimento.

16 agosto 2015

Windows 10 visto da un fotografo, prime impressioni e compatibilità con Photoshop e Lightroom


Scrivo questo articolo a un giorno di distanza dall'aggiornamento diretto da Windows 7 a Windows 10, la prima cosa che ho pensato quando si è avviato per la prima volta è stata "Ma sto usando veramente Windows?", veloce, reattivo, gradevole graficamente e soprattutto stabile! 

La quasi totalità dei miei vecchi programmi non ha avuto problemi di compatibilità, la suite adobe funziona perfettamente, e quei software che davano una qualche forma di errore bastava disinstallarli e reinstallarli nuovamente.

Solo una cosa mi ha inizialmente spaventato, i profili colore, per qualche strano motivo l'App "Foto Album" faceva apparire le foto più sature e con colori diversi, sospetto per via di una diversa profilatura colore, ciò mi ha costretto a impostare di default il vecchio visualizzatore di foto di windows, questo problema si verifica anche quando si setta una foto come sfondo del desktop.


Alla vostra sinistra potete vedere l'immagine che fa da sfondo del mio desktop e alla vostra destra, la medesima, aperta con photoshop, noterete come i colori tra le due foto siano molto diversi tra loro.

Per fortuna sia Photoshop che il visualizzatore di immagini le leggono correttamente.


Ho fatto tutti gli esperimenti possibili con i profili colore senza concludere nulla, non è un così grosso problema perché questo "errore" è limitato allo sfondo del desktop e a un visualizzatore immagini che non uso ma è comunque fastidioso.

Se qualcuno ha la soluzione a questo problema è pregato di scrivermi un commento a questo post o sulla mia pagina facebook.

Una cosa che ho molto apprezzato è la compatibilità del nuovo Windows con le App per telefono, hanno aggiunto uno store da cui è possibile scaricare ed installare applicazioni che prima potevate avere solo su smartphone e tablet!


Queste le mie prime impressioni a caldo, se avete qualcosa da aggiungere potete farlo con un commento a questo articolo.

Buona Luce.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


15 agosto 2015

Samsung SSD da 16TB è il disco rigido più capiente del mondo


Al Flash Memory 2015 in California, tenutosi la scorsa settimana, Samsung ha presentato il disco rigido più capiente del mondo. Si tratta di un disco a stato solido da 2,5 pollici (SSD) che può contenere 16 terabyte di dati (15.36TB, per l'esattezza).

La nuova unità si chiama PM1633a, Ars Technica prevede che il costo di questa unità si aggirerà intorno ai 7000 $.

Questo disco rigido sembra essere progettato per i server delle imprese ma forse è anche adatto a coloro che gestiscono enormi quantità di dati, per esempio per i fotografi che realizzano abitualmente foto in gigapixel.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


11 agosto 2015

Come usare lo strumento Dehaze di Camera Raw


Per vedere tutti i tutorial per photoshop andate a questo link: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

In un articolo precedente avevo parlato dell'arrivo dello strumento Dehaze per Lightroom CC, in basso a questo post trovate il video tutorial di "Emanuele Brilli Photoshop and Photography" che ci spiega come utilizzare questo potente comando per rimuovere la foschia dalle foto in Camera Raw di Photoshop CC 2015.



ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


10 agosto 2015

7 agosto 2015

Come ridurre il rumore in una fotografia con Photoshop - Tutorial


Per vedere tutti i tutorial per photoshop andate a questo link: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

L'utente youtube "Emanuele Brilli Photoshop and Photography" nel video in basso ci spiega come ridurre il rumore in una fotografia in post produzione, grazie a Photoshop. Per rumore si intende sia quello colorato ma anche quello neutro, il quale rende la foto più granulosa.



ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


5 agosto 2015

Nikon Annuncia le Ottiche Pro: 24-70mm f2.8 VR, 24mm f1.8 e 200-500mm f5.6 VR


Il nuovo 24-70 mm f2.8 presenta l'aggiunta della funzione VR (Riduzione vibrazioni) di Nikon, Zurab Kiknadze, Product Manager per obiettivi, accessori e software di Nikon Europe, ha dichiarato: "L'obiettivo da 24-70 mm è la scelta ideale per tutti i fotografi professionisti. In risposta ai commenti forniti dai professionisti che lo utilizzano, Nikon ne ha migliorato letteralmente ogni aspetto: qualità dell'immagine, robustezza della costruzione, velocità e maggiore velocità grazie al sistema VR. Un successore all'altezza del leggendario 24-70mm f/2.8G, il nuovo AF-S NIKKOR 24-70 mm f/2.8E ED VR soddisfa completamente tutte le esigenze dei fotografi professionisti di oggi."

Presenta un nuovo design ottico, mai adottato prima negli obiettivi NIKKOR, include una lente ED asferica sviluppata per ridurre aberrazioni cromatiche e coma, questo nuovo elemento riduce la diminuzione della luce e consente di ottenere una risoluzione senza compromessi nelle aree periferiche. L'innovativo sistema VR riduce il movimento della fotocamera e consente di scattare con tempi di posa fino a quattro stop più lunghi. Anche il sistema AF è stato migliorato grazie all'esclusivo SWM (motore Silent Wave) di Nikon, fino a 1,5 volte più rapido di quello utilizzato nell'obiettivo 24-70mm f/2.8G. L'aggiunta di un diaframma elettromagnetico consente di ottenere esposizioni più precise e omogenee durante le riprese in sequenza ad alta velocità, riducendo il rischio di eventuali danni associati ai meccanismi a leva meccanica.

Il design ottico di questo obiettivo comprende 20 elementi in 16 gruppi e il trattamento Nano Crystal Coat, Nikon ha rinforzato la costruzione dell'obiettivo per creare un prodotto più robusto. Il paraluce in dotazione rappresenta un miglioramento piccolo, ma importante. Nikon ha ascoltato i commenti dei professionisti e ha collocato il pulsante di sblocco in posizione arretrata, per evitare la rimozione involontaria. Ovviamente, l'obiettivo resiste a qualsiasi condizione climatica. Il trattamento al fluoro applicato agli elementi anteriori e posteriori dell'obiettivo fornisce una protezione attiva nei confronti di acqua, polvere e sporcizia senza compromettere la qualità dell'immagine. Inoltre, il trattamento aumenta la durata e semplifica la pulizia senza rischio di danni alla superficie.


Nikon presenta un nuovo zoom, l'obiettivo AF-S NIKKOR 200-500mm f/5.6E ED VR

La gamma da 200-500 mm offre una portata eccezionale, mentre l'apertura costante pari a f/5.6 garantisce una velocità uniforme e il controllo fluido della profondità di campo su tutta la portata dello zoom. La costruzione ottica, composta da 19 elementi in 12 gruppi con tre lenti ED per ridurre al minimo l'aberrazione cromatica. Oltre a essere lo zoom ad apertura fissa più potente dell'attuale linea NIKKOR, il nuovo NIKKOR 200-500 mm include anche l'ultima generazione della tecnologia VR (Riduzione vibrazioni) di Nikon. Questo incredibile sistema consente di scattare con tempi di posa fino a 4,5 stop più lunghi. Include inoltre il modo SPORT VR per le riprese di azioni veloci. Inoltre, il motore Silent Wave (SWM) di Nikon garantisce una rapida risposta AF. Il diaframma elettromagnetico assicura la stabilità del controllo AE anche con riprese in sequenza ad alta velocità.

Il sistema SPORT VR eccelle quando un fotografo deve effettuare una ripresa panoramica con la fotocamera per seguire i soggetti. Questo modo assicura un'immagine del mirino stabile e consente di ottenere una frequenza fotogrammi in sequenza simile a quella possibile quando il sistema VR è disattivato.


Nikon arricchisce la propria versatile linea di obiettivi a lunghezza focale fissa f/1.8 con il nuovo AF-S NIKKOR 24mm f/1.8G ED.

Questo obiettivo è stato pensato per colmare il vuoto fra gli obiettivi di Nikon di recente produzione da 20 mm e 28 mm, il nuovo obiettivo da 24 mm completa alla perfezione la linea f1.8 di Nikon.

La luminosa apertura f/1.8 offre profondità di campo ridotta, effetto bokeh uniforme, immagini nitide anche in condizioni di scarsa illuminazione e immagini del mirino più chiare. La possibilità di avere una distanza di messa a fuoco di soli 0,23 m aggiunge versatilità e libertà creativa. Il design compatto e leggero rende questo obiettivo ultragrandangolare perfetto per essere portato in viaggio.

Lo schema ottico include 12 elementi in 9 gruppi. Due lenti in vetro ED (a bassissimo indice di dispersione), due lenti asferiche e il trattamento Nano Crystal Coat. La distorsione è ben controllata, come pure gli eventuali difetti che si verificano in genere alla periferia di un obiettivo grandangolare, come la riduzione della luce o la perdita di nitidezza.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


Come fare una selezione in base al colore con Photoshop - Tutorial


Per vedere tutti i tutorial per photoshop andate a questo link: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale

L'utente youtube "Emanuele Brilli Photoshop and Photography" nel video in basso ci spiega come sia possibile fare delle selezioni veramente precise grazie ai colori su Photoshop, tutto ciò grazie allo strumento "intervallo colori".

Un altro metodo per effettuare delle selezioni precise lo trovate a questo link: Maschere di luminosità per fare selezioni perfette e professionali



ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:


3 agosto 2015

2 agosto 2015

Canon annuncia una videocamera in grado di registrare a 4.000.000 ISO


La Canon ME20F-SH possiede un sensore da poco più di 2 megapixel, ma in grado di lavorare in condizioni di quasi buio totale grazie alle dimensioni di ciascuno dei suoi fotodiodi, i quali misurano 19 micron, dimensioni molto superiori rispetto a quelli presenti sulle reflex convenzionali.

Si tratta di una videocamera con EF che permette di effettuare riprese di sequenze a colori a risoluzione Full HD con una sensibilità equivalente a ISO 4.000.000 (+75 dB). Le sequenze sono registrate a 1920x1080 pixel con cadenze di 50, 25 e 24p.



Ha un design molto compatto e dispone di tutte le connessioni necessarie per soddisfare produzioni professionali, sono integrati in essa i filtri infrarossi e a densità neutra.

Sarà disponibile il prossimo dicembre negli Stati Uniti, avrà un prezzo di circa $ 30.000. Ancora sconosciuti i dati relativi alla disponibilità e il prezzo sul mercato europeo.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI: