15 gennaio 2010

EV cosa sono in fotografia, valore d'esposizione (Esposition Value)

In fotografia gli E.V. possono essere considerati l'unità di misura della luce.

EV sta per Valore di esposizione ed è relazionato alla luminosità effettiva della scena e al valore di iso della pellicola/sensore.

Per ogni valore di EV corrisponde una serie di coppie tempo/diaframma

Maggiore è il numero degli E.V. e maggiore è l'intensità luminosa che giunge alla pellicola (o sensore).

Gli E.V. sono calcolati in modo tale che quando la luce varia di un E.V. per compensare basta spostarsi di un tempo o di un diaframma.
Se la luce aumenta di un E.V. significa che per far giungere la corretta intensità luminosa al sensore basta chiudere di un diaframma o di un tempo; viceversa se la luce cala di un E.V. basta aprire di un diaframma o di un tempo.

E' tuttavia importantissimo ricordarsi che il tempo ed il diaframma non cambiano solo in base all'intensità della luce ma anche in base alla sensibilità della pellicola usata.

Ne deriva che la conversione tra E.V. e la coppia di valori tempo/diaframma deve essere riferita ad una pellicola con una data sensibilità e per essere più esatti si può sempre dire che gli E.V. sono riferiti a 100 ASA.
Nel caso che si usi una pellicola con una sensibilità maggiore si potranno usare diaframmi più chiusi o tempi più brevi; mentre con una pellicola di sensibilità minore si dovranno usare diaframmi più aperti o tempi più lunghi.

Per prevedere quanti tempi o diaframmi si perdono o si guadagnano si deve vedere di quanto la sensibilità della pellicola si discosta dai 100 ASA. Questo conto è molto facile usando gli ASA, perché se raddoppiano gli ASA si dimezzano i tempi e dimezzando gli ASA si raddoppiano i tempi.

In questo articolo su Wikipedia (o cliccando sull'immagine a inizio post) potete trovare la tabella dei valori EV per una sensibilità di 100 ISO.

Gli EV sono comunque valori teorici; molte pellicole (e sensori) hanno risposte alla luce che non sono lineari soprattutto quando si esce dal campo dei valori più usati, per esempio quando si usano tempi molto lunghi per esposizioni notturne.
Per calcolare EV, tempi e diaframmi un tempo si usavano tabelline come quella che ho linkato sopra, oggi si usano quasi sempre gli esposimetri e quasi tutte le fotocamere ne hanno uno incorporato.

Gli E.V. si possono abbinare a varie condizioni ambientali e quindi scegliere la corretta esposizione valutando ad occhio la luce ambiente e quindi la tabella ha solamente un valore indicativo.
In ogni caso prima che le macchine fotografiche avessero tutte l'esposimetro incorporato le tabelle erano di uso comune per tutte quelle persone che non possedevano un esposimetro esterno, ancora oggi stampate sulla parte interna della confezione di alcuni rullini si possono trovare tabelle illustrate per l'uso della pellicola senza esposimetro.

DOVE ACQUISTARE FOTOCAMERE, OBIETTIVI, ACCESSORI E LIBRI

A mio parere Il sito più sicuro e con le offerte più vantaggiose anche per gli acquisti online di materiale fotografico è Amazon.it, famoso per la sua assoluta affidabilità, state sicuri che se comprate il prodotto arriverà in poco tempo e in condizioni perfette a casa vostra!