26 gennaio 2010

Filtro Polarizzatore, filtro UV e filtro Skylight - i filtri in Fotografia


Prima di leggere questo articolo consiglio la visione di questo video: I filtri fotografici in fotografia digitale

Il polarizzatore è spesso utile per ottenere in ripresa una saturazione "naturale" dei colori, anziché forzare dopo in post produzione (L'immagine in alto alla vostra sinistra è stata realizzata senza polarizzatore, mentre quella alla vostra destra con il polarizzatore).

Si dice che il polarizzatore aumenta la saturazione dei colori, ma è in realtà un effetto dovuto all'eliminazione della luce riflessa. Le foglie di un albero saranno più verdi perché il polarizzatore elimina la componente bianca dovuta alla riflessione. Viene usato molto anche nei ritratti, perché anche la pelle ha componenti dovute a riflessioni. Indispensabile nei paesaggi.

Per farla breve il filtro polarizzatore satura i colori, assorbe un pò di luce (-2stop), elimina i riflessi dalle superfici e rende meglio se l'angolo di ripresa è intorno ai 40/45°. Tra quelli che offre il mercato è preferibile quello slim che evita la vignettatura (tipo Hoya pro slim) e tra gli obiettivi è meglio quello che non ruota la lente frontale mentre si zoomma.

Il filtro UV oggi (con le moderne emulsioni che incorporano già uno strato anti UV e ancor meno con il sensore) non serve praticamente a niente se non a proteggere la lente frontale dell'obiettivo.
Tuttavia, poiché in diversi casi - in primis controluce - questo vetro aggiuntivo mortifica le prestazioni dell'obiettivo che gli sta dietro, ritengo sia il caso di utilizzarlo soltanto quando davvero ci sia un oggettivo pericolo di rovinare la lente frontale.
Parlo di vento forte, sabbia o spruzzi d'acqua salmastra.

Riporto qui di seguito una guida scritta dall'utente del forum di fotografare.com il cui nick è "I LOVE FOTOGRAFARE" intitolata: Guida sull'uso dei Filtri UV e Skylight

In questa guida vorrei spezzare una lancia a favore dell'utilizzo dei due filtri più conosciuti nel campo della fotografia analogica e digitale. E' vero che i filtri creano un altro step vetro/aria oltre a quelli che compongono già la costruzione delicata di un obiettivo e questa lente addizionale deve anch'essa essere attraversata dalla luce per raggiungere il sensore della nostra macchina fotografica digitale, ma è incontestabile anche il fatto che i filtri neutri migliorano la nostra sicurezza in caso di polvere, graffi e soprattutto dai colpi frontali accidentali che potrebbe subire l'obiettivo montato sulla nostra Reflex o Bridge, meglio quindi spendere qualche decina di euro per un buon filtro piuttosto di dover disturbare un foto riparatore per sistemare il nostro prezioso obiettivo o peggio, buttarlo via. Tra i filtri che vengono abitualmente montati i 2 più famosi sono l'UV e lo Skylight. Il filtro UV (abbreviazione di Ultra Violetto) è una lente (cristallo) trasparente che svolge un'efficace azione di blocco nei confronti di raggi ultravioletti presenti specialmente in montagna o in quantità minore al mare. In questi ambienti l'intensa irradiazione ultravioletta, non opportunamente schermata, può conferire alle immagini una fastidiosa dominante azzurrina (evidente nelle zone d'ombra), aumentare l'effetto di foschia e a volte modificare le tonalità dei colori.

Molto simile al filtro neutro UV, dal punto di vista pratico, il filtro Skylight (con caratteristica antifoschia) si distingue invece da questo per via della lievissima colorazione rosata. Tale caratteristica determina un'influenza più marcata sulle dominanti fredde, cosicché adoperando lo Skylight si riesce a riscaldare i toni dell'immagine (specie i volti). Molti lo adoperano, per esempio, nelle riprese con il cielo coperto (le nubi trattengono una parte della componente rossastra dello spettro luminoso). Data la modestissima influenza sull'immagine, molti fotoamatori e fotografi tengono uno di questi due filtri permanentemente montato sulla fotocamera come protezi one della lente frontale dell'obiettivo. Sia il filtro UV che lo Skylight hanno un'efficacia trascurabile nella fotografia in bianco e nero.
La mia scelta personale è stata sempre di acquistare il filtro neutro UV optando per modelli con un buon rapporto qualità/prezzo e possibilmente modelli Slim, con spessore del telaio (ring) di soli 3 mm anziché 5 mm, per evitare l'insorgere della vignettatura con l'uso di grandangoli spinti (la vignettatura è la perdita di luminosità ai bordi dell'obiettivo) . Un'ulteriore sicurezza è di avere l'abitudine di applicare il paraluce a corolla, quando le condizioni esterne lo permettono, che contribuisce ad evitare sempre i danni frontali dell'obiettivo e a contrastare le immagini fantasma e i riflessi che vengono trasferiti sulla lente posteriore dell'obiettivo abbassando di fatto il contrasto generale della scena inquadrata.

Navigando in Internet ho trovato un Test molto interessante sui filtri UV eseguito con uno spettrofotometro della Hitachi mod.U-2900 . La descrizione, i risultati e i commenti originali in lingua inglese li trovate qui: http://www.lenstip.com/113.1-article-UV_filters_test.html.
Dato che il Test mi sembra abbia un solido fondamento scientifico si evince che : i primi 2 modelli sono similari come prestazioni ma l'Hoya HMC UV-0 è decisamente più aggressivo nel prezzo rispetto l'Hoya PRO1 Digital MC_UV-0 -. 3 dei primi 4 filtri sono prodotti dalla medesima azienda, la Hoya, chiave del successo sembra essere una buona riduzione dei raggi UV e di elevata trasmissione della luce visibile Gamma. I filtri Slim iniziano a mostrare la loro superiorità quando si usano i grandangoli 24/28mm o di più breve focale.
Curiosità: Il proprietario della Hoya (produzione filtri) è lo stesso della Kenko (produzione duplicatori di focale) e della Tokina (produzione obiettivi di altissima qualità).

RISULTATI DEL TEST:

1° HOYA 72mm HMC UV-0 e HOYA 72mm PRO1 Digital MC-UV-0 slim

2° HOYA 72mm HMC Super UV-0

3° B+W 72mm 010M Super UV-0

4° HAMA 72mm UV Htmc 390 (0-Haze)

5° B+W 72mm 010M UV-Haze MRC Slim e MARUMI 72mm MC UV

6° SIGMA 72mm DG UV e KENKO 67mm Pro1 Digital

7° HELIPAN ES 72mm UV-0 SH-PMC

8° MARUMI 77mm WPC UV

9° HOYA 72mm UV-0 Standard

10° HAMA 72mm UV 390 (0-Haze)

11° B+W 72mm 010 UV-Haze e B+W 72mm 010 UV-Haze Slim

12° HELIOPAN ES 72mm UV-0

13° MARUMI 72mm UV

14° HOYA 72mm UVG-Series

DOVE ACQUISTARE FOTOCAMERE, OBIETTIVI, ACCESSORI E LIBRI

A mio parere Il sito più sicuro e con le offerte più vantaggiose anche per gli acquisti online di materiale fotografico è Amazon.it, famoso per la sua assoluta affidabilità, state sicuri che se comprate il prodotto arriverà in poco tempo e in condizioni perfette a casa vostra!