5 febbraio 2016

Panasonic presenta un sensore dalla gamma dinamica 100 volte superiore a quella di un CMOS convenzionale


Il 3 Febbraio 2016 la fotografia ha fatto un grosso passo avanti (almeno secondo la mia personale opinione), Panasonic ha presentato il suo nuovo sensore OPF (Organic Photoconductive Film); Questo sensore offre una gamma dinamica di 123dB, che è equivalente ad una sensibilità 100 volte superiore a un CMOS convenzionale.

Uno dei principali risultati che Panasonic comunica è che questi sensori organici hanno due parti distinte: il fotodiodo che cattura la luce e la converte in un segnale elettrico e il circuito che elabora questi segnali.

Questi nuovi fotodiodi possiedono un coefficiente di assorbimento ottico 10 volte superiore rispetto ai CMOS convenzionali. Ciò significa che il sensore può ricevere informazioni dove altri sensori hanno già raggiunto il valore di 0 o 255.

Un sensore retroilluminato raggiunge al massimo i 40° di cattura della luce incidente, nel caso del sensore OPF l'angolo raggiunto è di 60°. Ciò comporta un maggior numero di informazioni che arriverà al fotodiodo, con un conseguente aumento della sensibilità alle basse luci e una migliore elaborazione delle immagini.

Secondo Panasonic anche che i componenti si restringono, ciò consentirà di incorporare un sensore di fascia alta in una compatta e faciliterà la progettazione degli obiettivi.

In questo nuovo tipo di sensori troveremo la tecnologia Dual-Sensitivity Pixel che incorporerà due fotodiodi di diverse sensibilità che determineranno la luminosità della scena. 

Maggiori informazioni le trovate nell'annuncio ufficiale (in inglese) sul sito Panasonic Global.