Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2018

La fotografia di Roger Ballen

Immagine
Roger Ballen, nasce a New York nel 1950 e crebbe con la consapevolezza della fotografia come forma d'arte. Sua madre, Adrienne Ballen, lavorò alla Magnum Photos dal 1963 al 1967, in quel periodo fondò Photography House, una galleria che mostrava il lavoro di André Kertész.

Nel suo primo libro di fotografia, Boyhood (1977), rappresenta la sua odissea di quattro anni alla ricerca della sua giovinezza per via della scomparsa prematura di sua madre, un viaggio di riscoperta di se stesso.

Roger Ballen per oltre 30 anni ha vissuto e lavorato in Sud Africa., dove si stabilì nel 1982 e sposò la pittrice Linda Moross. Armato di un dottorato di ricerca in Economia Minerale ebbe una carriera di successo nel settore minerario, che lo portò in zone remote e depresse del paese. Da questa esperienza venne fuori un libro fotografico "Dorps: Small Towns of South Africa (1986)", che racconta il desiderio di congelare il tempo, preservando questi ambienti dalla modernizzazione, proprio com…

Tutorial per Viveza plugin della Google Nik Collection

Immagine
Per vedere tutti i tutorial per photoshop andate a questo link: Tutorial per Photoshop tecniche avanzate di Fotoritocco Professionale
Nel video tutorial in basso l'utente youtube "Emanuele Brilli Photoshop and Photography" prende in esame un plugin della Google Nik Collection, Viveza, per lavorare sul colore delle nostre fotografie. Scopriamo insieme a lui cos'è e come si usa.

La storia della fotografia in Australia

Immagine
Questo articolo fa parte della rubrica: La Storia della Fotografia da Aristotele a oggi
L'Australia è un continente insulare situato tra l'Oceano Indiano e il Pacifico a sud-est dell'Asia. Abitato da almeno 40.000 anni dagli aborigeni australiani fu colonizzato dalla Gran Bretagna nel 1788. Nonostante la distanza geografica dall'Europa, la notizia dell'invenzione della fotografia raggiunse la piccola popolazione australiana di coloni liberi entro la fine del 1839 e, due anni dopo, George Goodman realizzò il primo dagherrotipo.

L'introduzione della fotografia è stata parallela alla creazione e alla rapida crescita dell'insediamento coloniale, la fotocamera diventò un modo estremamente popolare per i fotografi europei di rappresentare una "nuova" terra e le sue caratteristiche distintive.

Quando l'Australia divenne una Federazione il 1° gennaio 1901, la pratica della fotografia si era già sviluppata in modo significativo come processo creativo. In…

La fotografia di Ellen Auerbach e dello studio ringl + pit

Immagine
Ellen Auerbach fondò uno studio fotografico pionieristico a Berlino nel 1920 insieme alla sua amica intima Grete Stern, dove creò ritratti memorabili e fotografie pubblicitarie. Questa esperienza terminò improvvisamente con l'ascesa al potere di Hitler.
Nel 1937 emigrò negli Stati Uniti dove lavorò come fotografa freelance ed in età avanzata, come educatrice con bambini che soffrivano di schizofrenia.
Il lavoro di Auerbach, insieme a quello di Stern, si concentrava sull'oggetto quasi come uno studio scultoreo, focalizzandosi sull'essenziale, rivelando la sua affiliazione a Walter Peterhans, con cui studiava in privato, di riflesso quindi ai principi della Bauhaus. Auerbach, tuttavia, mostra una particolare sensibilità verso la natura ed i bambini: "Nel mio lavoro fotografico, non solo ho cercato di registrare ciò che si vede in superficie, ma anche di catturare l'essenza che si trova sotto la superficie delle cose", questo è ciò che lei poeticamente chiama i…

La fotografia di Eugène Atget

Immagine
Sebbene sia stato scritto molto sulle vite dei fotografi e degli artisti che hanno lavorato a Parigi tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX, il fotografo Eugène Atget rappresenta un'eccezione. Quel poco che si sa della sua vita è stato faticosamente ricostruito; tuttavia, la grande quantità di lavoro che ha prodotto fornisce un'importante testimonianza della sua fotografia. Pezzi della sua vita sono stati messi insieme grazie ai ricordi delle poche persone con cui scelse di fare amicizia. Questi includono André Calmettes, attore e regista cinematografico, Man Ray, fotografo, e la fotografa americana Berenice Abbott che dedicò molto del suo tempo al riconoscimento pubblico di Atget. Anche se morì praticamente sconosciuto e non esibì mai formalmente il suo lavoro, alla sua morte Atget lasciò circa 2800 lastre di vetro e quasi 10.000 stampe.
Rimasto orfano all'età di cinque anni Atget fu allevato da uno zio. In giovane età divenne mozzo su un piroscafo diretto per …